Rassegna stampa del 14 agosto

loading...

In primo piano attacco a Burkina Faso, emergenza migranti e Ong.

rassegna-stampa-news

Attacco a Burkina Faso

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo in breve.

Burkina Faso. Diciotto persone sono state uccise e almeno altre otto sono rimaste ferite in un attacco, nella serata di domenica, in un ristorante a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso. Attorno alle 21 (le 19 in Italia) sospetti estremisti islamici hanno fatto irruzione all’Aziz Istanbul, locale turco molto frequentato da stranieri, e hanno aperto il fuoco: gli spari sono proseguiti per almeno 7 ore, prima che i due assalitori venissero uccisi.

Spagna. Un 22enne di Scandicci (Firenze), Niccolò Ciatti, è morto in Spagna, dopo essere stato aggredito in una discoteca nella località turistica di Lloret de Mar. La polizia è stata chiamata alle 3 del mattino per una rissa e quando gli agenti sono arrivati hanno trovato il giovane in gravi condizioni. Ricoverato in ospedale, il ragazzo è morto nella notte. Sotto accusa sono finiti tre russi di 20, 24 e 26 anni: tutti e tre sono stati arrestati.

Italia. Dopo Msf, anche le Ong Sea-Eye e Save the children interrompono il servizio in mare. “Cari amici – scrive Sea-Eye su Twitter -, abbiamo deciso a malincuore di sospendere temporaneamente le nostre missioni di salvataggio”. Il direttore Michael Buschheuer spiega su Facebook che si tratta di motivi di sicurezza dopo l’annuncio del governo libico di una “proroga a tempo indeterminato e unilaterale delle acque territoriali in relazione a una minaccia esplicita contro le ong private”.

USA. Polemiche contro Donald Trump dopo i violenti scontri tra militanti antirazzisti e suprematisti bianchi a Charlottesville. Negli scontri una persona è morta dopo che un’auto è finita sui manifestanti antirazzisti. Mentre un elicottero della polizia, che sorvolava la città, si è schiantato e due agenti sono deceduti. Trump è intervenuto via Twitter condannando ogni tipo di violenza. Ma da destra a sinistra è stato criticato: “Il diavolo ha un nome”.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *