Cancro alle ovaie: l’uso del talco può favorirne l’insorgenza

loading...

Cancro alle ovoaie: l'uso del talco può favorirne l'insorgenza

E’ usanza comune di molte donne quella di cospargersi di talco dopo aver fatto il bagno, specialmente nelle parti intime, per ottenere una pelle più fresca ed idratata, ma attenzione: a quanto pare, infatti, il talco favorisce l’insorgenza di cancro alle ovaie.

E’ questo quanto emerso da un recente studio condotto dagli studiosi del Brigham and Women’s Hospital di Boston, negli Usa, coordinato dalla ostetrica e ginecologa Kathryn L. Terry e pubblicato nella rivista “Cancer Prevention Research“.

Stando ai risultati della ricerca, infatti, l’utilizzo del talco sulle zone genitali femminili aumenterebbe esponenzialmente il rischio di insorgenza di un cancro epiteliale ovarico.

Lo studio è stato condotto su due gruppi di donne: il primo era composto da donne malate di cancro alle ovaie mentre il secondo era composto da donne sane. Alle donne dei due gruppi, poi, è stato chiesto quando e con quale frequenza utilizzassero il talco sul proprio corpo, in particolare sulle parti intime.

Ebbene, quello che è emerso è che donne che utilizzano regolarmente il talco sulle proprie zone genitali possono rischiare del 24% in più lo sviluppo di tumore delle ovaie rispetto alle donne che invece non ne fanno alcun uso.

Secondo quanto spiegato dagli esperti, infatti, il talco è costituito da particelle di idrato silicato di magnesio che, diffondendosi, possono causare un’infiammazione nell’organismo che favorirebbe, appunto, l’insorgenza di questa malattia.

I ricercatori, comunque, hanno precisato che per le donne che utilizzano la polvere di talco su tutto il corpo, eccetto che sulle zone genitali, non è stato invece rilevato nessun rischio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *