Pil Usa +5%: mercati finanziari festeggiano

loading...

Buone notizie per chi fa trading online visto che le borse hanno festeggiato l’ottimo dato sul Pil degli Stati Uniti che ha fatto registrare un ottimo +5%. Si tratta di un dato estremamente positivo (le attese erano di un rialzo del 4,3%) che rilancia l’economia degli Stati Uniti come trascinatore mondiale.

trading-pil-usa

Secondo gli esperti del sito di approfondimento finanziario www.comefaretradingonline.com il dato dimostra che il 2014 è stato l’anno della svolta per l’economia americana che è cresciuta al tasso più alto degli ultimi 10 anni.

Non a caso tutte le piazze europee hanno chiuso con forti rialzi: il Ftse Mib ha fatto registrare un rialzo dell’1,46% tornando a quota 19.352 punti, Francoforte sale dello 0,57%, mentre Londra si attesta sulla parità con un risicato 0,14%.

Per chi fa trading online questo è un segnale molto importante perchè dimostra ancora una volta che l’economia americana e, di conseguenza, Wall Street restano i punti di riferimento a livello globale. Il 2015, quindi, dovrà essere affrontato continuando a monitorare i livelli di questo mercato finanziario perchè sullo slancio di questi dati potrebbe proseguire la sua inarrestabile corsa.

Ovviamente, per investire in maniera corretta e consapevole, è bene continuare a monitorare la situazione internazionale tra cui, non possiamo non segnalare, il ruolo della Russia che con la crisi monetaria di questi ultimi giorni resta uno dei Market Mover per i prossimi mesi. Bisognerà prestare molta attenzione ai livelli del Rublo che potrebbe essere soggetto a nuovi attacchi speculativi anche se la banca centrale russa ha già fatto sapere che metterà in campo tutti gli strumenti necessari a limitare il deprezzamento della moneta.

Occhio anche al prezzo del greggio che continua a galleggiare su livelli di allarme. Nelle prossime settimane si capirà se si tornerà a scendere o se il mercato darà vita a nuovi rialzi, ma in entrambi i casi ci sono ottime possibilità per chi fa trading online per speculare su queste variazioni di prezzo sia negoziando direttamente sul petrolio con i CFD o con le opzioni binarie, sia operando sul forex e, in particolare, sulle monete strettamente correlate alle variazioni di prezzo della commodities.

Nel complesso, quindi, il 2015 si prospetta un anno davvero molto interessante dal punto di vista degli investimenti finanziari anche se l’alta volatilità che caratterizza i mercati deve far propendere per la massima prudenza evitando di prendere posizioni eccessivamente a rischio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *