Intervista agli Orchid Ita/Eng

Freschi di accordo con la major Nuclear Blast, gli statunitensi Orchid pubblicano “Heretic“, un EP d’anticipazione del nuovo album che vedrà la luce nel 2013. La parola al chitarrista Mark Thomas Baker.

– Il vostro album di debutto, “Capricorn”, ha avuto un successo straordinario, probabilmente oltre ogni vostra aspettativa. Ve lo immaginavate?

– Mi aspettavo che sarebbe piaciuto a qualcuno, credo. Non sai mai cosa può accadere quando fai uscire qualcosa. Pensiamo che abbia delle belle canzoni. Non so se considererei il successo “straordinario”.

– Firmare per Nuclear Blast ha rappresentato un bel passo avanti per voi. Come siete riusciti ad attirare l’attenzione dell’etichetta tedesca?

– Non sono sicuro. C’erano anche altre etichette in contatto con noi. Forse hanno sentito parlare di noi per sentito dire e si sono chiesti a cos’era dovuto tutto il trambusto.

Falling Away è uno dei pezzi più interessanti di “Heretic”. Evoca alcune atmosfere dei primi dischi dei Black Sabbath. Com’è nato?

– Theo (Mindell, cantante) volle fare una canzone che comprendesse molto “spazio” e atmosfere. E questo è il risultato. Ci è voluto qualche tentativo per farla uscire bene.

– Perché avete incluso nell’EP He Who Walks Alone, brano che faceva già parte di “Capricorn”?

– La Nuclear Blast ha voluto includerla sull’EP.

– Ad aprile avete preso parte al Roadburn Festival. Com’è andata?

– Il Roadburn è stato molto bello. Vorrei poter essere rimasto qualche altro giorno. Lo staff è stato molto gentile.

– Orchid, Witchcraft e Graveyard: la triade dell’hard rock marchiata Nuclear Blast. Avete mai pensato di fare un tour insieme?

– Sembra un tour molto figo. Conosci qualche agenzia di booking?

– “Witch Rock” è ancora il termine esatto per descrivere il vostro suono?

– A volte sembra essere molto “stregata”. Non sono sicuro che il termine si addica ancora. Forse “warlock” (stregone, ndr) rock suona meglio.

– Immagino che ora siate impegnati nella scrittura del nuovo lavoro. O sbaglio?

– Certo! Abbiamo quasi finito le registrazioni. Saremo molto sollevati quando saranno finite.

Marco “C’est Disco” Gargiulo

Si ringrazia per la traduzione Oliver Tobyn

With their fresh new contract with the major label Nuclear Blast, the American band Orchid release their EP “Heretic” as an anticipation for their new album, which is due for release in 2013. The band’s guitar player, Mark Thomas Baker, kindly answered our questions.

– Your debut album, “Capricorn”, had an extraordinary success, probably against all odds. Did you expect it?

– I guess I expected some people to like it. You’re never really sure what’s going to happen when you release something. We thought it had some good songs on it. I’m not sure if I’d consider the success “extraordinary” though.

– Signing for Nuclear Blast has been a big step forward for you. How did you manage to catch the label’s attention?

– I’m not sure. There were other labels talking to us as well. Maybe they heard it through the industry grapevine and wondered what all the fuss was about.

Falling Away is one of the most interesting songs from “Heretic2. It evokes some of the atmospheres from the first Black Sabbath records. How was it written?

– Theo wanted to do a song that had a lot of space and atmosphere involved. This is what he came up with. It took a few tries to get it right.

– Why did you include in the EP He Who Walks Alone, a song that was part of “Capricorn”?

– Nuclear Blast wanted to include it on the EP.

– In April you took part at the Roadburn Festival. How did it go?

– Roadburn was really cool. I wish we could have stayed for another day or two. The staff there was very nice.

– Orchid, Witchcraft and Graveyard: the hard rock “trilogy” by Nuclear Blast. Did you ever think of doing a tour together?

– That sounds like it would be a pretty cool tour. Do you know anyone who runs a booking agency?

– Is “Witch Rock” still the right word to describe your sound?

– Sometimes it still sounds pretty witchy. I’m not sure if we’re still witch rock. Maybe warlock rock sounds better…

– I can imagine you’re busy writing the new album, or not?

– Yes, for sure! almost done recording it. We’ll be very relieved when it’s over.

Marco “C’est Disco” Gargiulo

Thanks for the translation to Oliver Tobyn

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *