Rassegna stampa dal mondo del 3 febbraio

In primo piano l’accordo firmato tra Libia e Italia per gli sbarchi.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Paolo Gentiloni e Fayez Serraj

Firmato un nuovo accordo tra Libia e Italia sui flussi di migranti dal Nord Africa. Il presidente del consiglio Paolo Gentiloni e il premier libico Fayez Serraj hanno firmato a Roma un memorandum triennale d’intesa per contrastare l’immigrazione illegale, il traffico di esseri umani e il contrabbando tra le sponde sud e nord del Mediterraneo. Serraj è volato a Roma dopo aver incontrato a Bruxelles il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, che ha dichiarato che “è tempo di chiudere la rotta [di migranti] dalla Libia all’Italia”. Il paese africano dovrebbe ricevere aiuti europei in cambio del suo impegno. Si svolgerà oggi a Malta un Consiglio europeo informale sulla questione dei migranti.

Il governo britannico ha presentato il piano per l’uscita dall’Unione europea. Il 2 febbraio il ministro per la Brexit, David Davis, ha reso noto il libro bianco, un documento di 77 pagine che conferma la volontà di Londra di abbandonare l’unione, il mercato comune e la corte di giustizia europei. La priorità, afferma il documento, è riprendere il controllo dell’immigrazione. Theresa May aveva indicato il 31 marzo come data limite per attivare l’articolo 50 del trattato di Lisbona, dopo di che ci si aspetta che i negoziati dureranno al massimo due anni.

Virginia Raggi interrogata dalla procura di Roma sul caso Marra. La sindaca di Roma è indagata nell’inchiesta sulla nomina del fratello dell’ex capo del personale del Campidoglio, Raffaele Marra ed è accusata di abuso d’ufficio e falso. Secondo un’inchiesta dell’Espresso, i pubblici ministeri stanno chiedendo chiarimenti a Raggi anche sulla polizza vita da 30mila euro stipulata da Salvatore Romeo nel gennaio del 2016 e di cui lei risulta beneficiaria. Nell’agosto del 2016 Romeo, funzionario comunale, era stato promosso a capo della segreteria della sindaca.

Gli Stati Uniti potrebbero imporre nuove sanzioni contro l’Iran. Il presidente Donald Trump potrebbe imporre delle nuove sanzioni contro una decina di entità iraniane dopo che il 30 gennaio il paese ha deciso di testare il lancio di un missile balistico. I provvedimenti, che potrebbero essere annunciati già domani, sarebbero simili a quelli presi da Barack Obama in seguito ai test missilistici del 2016 e sarebbero formulati in maniera tale da non intaccare il patto sul nucleare. Sulla questione dei nuovi insediamenti israeliani in Cisgiordania invece, Trump ha invitato Gerusalemme a non espandere ulteriormente i progetti.

In Francia si allarga lo scandalo sulla famiglia di François Fillon. Il candidato della destra alle presidenziali francesi è travolto da uno scandalo legato all’utilizzo improprio di fondi parlamentari a favore della moglie Penelope e di due dei cinque figli. All’interno del suo partito, Les républicains, alcuni chiedono a Fillon di farsi da parte, visto che nei sondaggi è terzo dopo la candidata di estrema destra Marine Le Pen e il candidato indipendente Emmanuel Macron.

Nuove scosse di terremoto tra Marche ed Umbria. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Inge) ha rilevato una scossa di magnitudo 4 alle 4:47, una di 4,4 alle 5:10 e una di 3,3 alle 5:19. Secondo i rilevamenti, l’ipocentro era a 6 chilometri di profondità e l’epicentro a 2 chilometri da Monte Cavallo, in provincia di Macerata e 12 da Preci, in provincia di Perugia. Per il momento non sono segnalati crolli o feriti. Il 2 febbraio il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge in favore delle popolazioni colpite dai terremoti del 2016 e del 2017.

La polizia israeliana completa lo sgombero dell’avamposto illegale di Amona, in Cisgiordania. Liberata anche la sinagoga in cui si erano asserragliati decine di residenti che rifiutavano di lasciare il luogo. Amona si trova vicino a Ramallah e lo sgombero era stato deciso dopo la sentenza della corte suprema perché l’insediamento era costruito su terreni palestinesi privati. Dall’inizio dell’operazione, secondo le forze di sicurezza, sono stati 24 gli agenti feriti leggermente, 13 le persone arrestate e 800 i giovani manifestanti allontanati.

È stato sviluppato un nuovo vaccino contro il virus zika. Poiché usa il virus inattivo, potrebbe essere più sicuro degli altri prodotti allo studio. Inoltre, ha bisogno di una sola, piccola, dose. Finora è stato provato sulle scimmie e sui topi e non si conosce la sua efficacia nelle persone. Il virus zika è diffuso nelle Americhe, Africa, Asia e nella regione del Pacifico. Si pensa che provochi la microcefalia, una malformazione nei neonati.

È morto lo scrittore e saggista croato Predrag Matvejević. Uno dei più importanti e tradotti scrittori e opinionisti dei Balcani e d’Europa, Matvejević aveva 84 anni ed era ricoverato da tempo nell’ospedale di Zagabria. Tra le sue opere più importanti si ricordano, “Breviario Mediterraneo” – tradotto oltre venti lingue – “Sarajevo”, “Un’Europa maledetta” e “Pane nostro”. Nel 2016 era tra i sessanta intellettuali proposti per il Nobel per la letteratura.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.