Rassegna stampa dall’Italia del 23 ottobre: scossa di terremoto in Campania

In primo piano i risultati del referendum con la vittoria dei SI.

rassegna-stampa-news-italia-terremoto-referendum

Terremoto nel salernitano

La rassegna stampa delle notizie più importanti di oggi dall’Italia.

Tremano le abitazioni nel Salernitano. Alle 12.30 di oggi, una scossa di terremoto registrata nei pressi di Albanella è stata avvertita in varie zona del salernitano. Secondo i sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, a circa 4 chilometri da Albanella e 9 chilometri di profondità, la terra ha tremato. L’intensità del terremoto è stata fissata dai tecnici dell’Ingv su magnitudo di 2,9. Tanto è bastato, però, per allarmare buona parte della provincia. La scossa, infatti, è stata registrata a Capaccio, a Battipaglia e in altri comuni del circondario. Per fortuna, comunque, al momento non si sono registrati danni a cose o persone

Secondo i sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, a circa 4 chilometri da Albanella e 9 chilometri di profondità, la terra ha tremato. L’intensità del terremoto è stata fissata dai tecnici dell’Ingv su magnitudo di 2,9. Tanto è bastato, però, per allarmare buona parte della provincia. La scossa, infatti, è stata registrata a Capaccio, a Battipaglia e in altri comuni del circondario. Per fortuna, comunque, al momento non si sono registrati danni a cose o persone.




Con il referendum consultivo che ha chiamato al voto 11 milioni di italiani, Veneto e Lombardia scelgono la strada dell’autonomia. Il Veneto supera il quorum e registra un’affluenza record che rasenta il 60% con i sì al 98%. Il governatore Zaia parla di “Big Bang delle riforme istituzionali”. In Lombardia, dove il quorum non c’era, l’affluenza viene trascinata dal voto nelle valli ma si ferma nel Milanese restando sotto il 40%, con il 95% dei sì.

Debutto in salita per il voto elettronico in Lombardia: scrutatori bloccati nella notte ai seggi e lunga attesa, più del previsto, per il dato definitivo. Così a due ore e mezza dalla chiusura delle urne giungeva la protesta di chi non poteva tornare a casa dopo aver espletato le operazioni di spoglio del referendum per l’autonomia, a causa di un cavillo burocratico. Alla fine di tutto, infatti, gli addetti alle urne hanno dovuto attendere di ricevere la conferma che la lettura delle penne usb, con i dati di voto dei singoli tablet, fosse andata a buon fine.




I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e ai domiciliari nei confronti di 12 persone, tra cui due sindaci, uno di Torchiarolo e l’altro di Villa Castelli, Nicola Serinelli e Vitantonio Caliandro, nel Brindisino, e due vicesindaci, uno di Poggiorsini (Bari) e l’altro di Torchiarolo (Brindisi). Sono accusati di reati contro la Pubblica amministrazione.

Un architetto di 50 anni, Giuseppe Stefano Di Negro, è stato trovato agonizzante e con il cranio fracassato sul ciglio della strada a Sarzana (La Spezia). A scoprire il corpo dell’uomo, morto prima dell’arrivo dell’ambulanza, sono stati due ragazzi. La vittima, incensurata, si trovava a poca distanza dalla sua auto, posta sotto sequestro dalle autorità.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.