Rassegna stampa dal mondo de 1° novembre: Halloween di sangue a New York

In primo piano ancora l’attacco terroristico a New York.

rassegna-stampa-news-new-york

Attacco a New York

La rassegna stampa delle notizie più importanti di oggi dal mondo.

Un veicolo è piombato su una pista ciclabile a New York investendo alcuni passanti. Almeno 12 persone sono rimaste ferite e 8 sono morte, fra le quali un cittadino belga e cinque argentini. L’uomo alla guida del pick-up, un 29enne uzbeko, Sayfullo Saipov, è sceso dal mezzo con in mano sparachiodi e pistola ad arma compressa urlando “Allah akbar”. Il killer, che ora è piantonato in ospedale, ha lasciato un biglietto spiegando di aver agito per l’Isis.

Mentre New York si preparava a festeggiare Holloween, Sayfullo Saipov, uzbeco di 29 anni, si è lanciato con un furgone su una pista ciclabile uccidendo otto persone e ferendone una decina. Nonostante l’aggressione la Grande Mela non si è fermata e le solite parate della festa si sono tenute ugualmente per le strade della città.




“Dopo il referendum del 1° ottobre siamo sempre stati pronti al dialogo. Abbiamo chiesto un dialogo franco a Madrid che è stato rifiutato: Psoe e Ppe vogliono utilizzare solo la repressione”. Lo ha dichiarato l’ex presidente della Generalitat catalana Carles Puigdemont da Bruxelles, aggiungendo: “All’Europa chiedo che reagisca, deve reagire, non può pagare la gente catalana”. “Siamo pronti ad andare in prigione per 30 anni in un processo equo”.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.