Rassegna stampa dall’Italia del 12 novembre: caso Banca Italia e Consob

In primo piano la cronaca e la politica di oggi.

rassegna-stampa-news-eni

La rassegna stampa delle notizie più importanti dall’Italia.

“Voglio la verità, sta venendo fuori, Serena è stata uccisa in caserma”. Dopo 16 anni, grazie a una nuova perizia, il padre di Serena Mollicone, Guglielmo, appare fiducioso che si possa dare un nome al colpevole dell’omicidio della figlia, avvenuto nel 2001 ad Arce, nel Frusinate. Gli unici indagati, con le ipotesi di omicidio volontario e occultamento di cadavere, sono l’ex maresciallo dei carabinieri di Arce, Franco Mottola, la moglie e il figlio.

“Vedo un tentativo di usare la questione banche a scopi elettorali, da diverse parti. Coinvolgere Mario Draghi è irresponsabile. Non è così che si dovrebbe trattare un tema tanto delicato”. Queste le parole di Silvio Berlusconi in un’intervista al Quotidiano Nazionale in cui il leader di FI chiude alle larghe intese (“no a Pd e M5s”), e rilancia sulle pensioni minime a mille euro. “Alle elezioni vincerà il centrodestra” assicura Berlusconi.

“Sono ritornato a casa, da Torino a Foggia, e ancora mi tremavano le gambe. Avevo dei pezzi di vetro fino nelle scarpe ma almeno sono vivo”. Arcangelo Antonacci, camionista di 48 anni racconta così del sasso di oltre due chili che venerdì nei pressi di Torino gli ha sfondato il tetto in vetro della motrice. La pietra, deviata dalla tenda parasole dell’abitacolo, lo ha sfiorato e si è fermata alla destra del sedile, in fondo all’abitacolo.



“Il nostro giudizio politico è che in questi anni Banca d’Italia e Consob non abbiano garantito un sistema di controlli efficiente. E i primi segnali che vengono dalle sedute della commissione d’inchiesta rafforzano questa valutazione”. Lo scrive Matteo Renzi in una lettera inviata a La Stampa. “II tempo ci darà ragione, e lo sanno tutti gli addetti ai lavori”, continua il segretario Pd.

Si rafforza l’ipotesi che il cadavere di donna in avanzato stato di decomposizione trovato nelle campagne di Tolentino possa essere della pittrice anconetana Renata Rapposelli, 64 anni, scomparsa dal 9 ottobre dopo una visita all’ex marito e al figlio a Giulianova (Teramo), che sono indagati dalla procura di Ancona per omicidio. Durante l’esame cadaverico è stata trovata una ciocca di capelli di colore chiaro attaccata al cranio.

Due giovani del Niger, una ragazza di 21 anni e un minore di 17, sono stati arrestati per tratta di persone e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina in concorso. I reati sono aggravati dalla transnazionalità e dall’aver agito in danno di minorenni connazionali che, secondo l’accusa, erano costrette a prostituirsi. Alle connazionali avrebbero fatto attraversare il continente di origine sotto il controllo di spietati criminali.

“Non vogliamo un’altra Sicilia, non possiamo non fare di tutto per unire, nella discontinuità, per unire il centrosinistra. Qualcuno dice che è missione impossibile? No, sino all’ultimo giorno, dobbiamo provare”. Lo afferma il leader di Campo Progressista, Giuliano Pisapia, aprendo i lavori di “Diversa, una proposta per l’Italia”. “Non basta distruggere, bisogna costruire: non è tattica – aggiunge – è buona politica”.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *