Rassegna stampa dall’Italia del 14 novembre: delusione Italia

In primo piano niente Mondiali per la nazionale italiana di calcio.

rassegna-stampa-news-brizzi

La rassegna stampa delle notizie di oggi dall’Italia.

“Siamo profondamente amareggiati e delusi per la mancata qualificazione al Mondiale, è un insuccesso sportivo che necessita di una soluzione condivisa e per questo ho convocato domani una riunione con le componenti federali per fare un’analisi approfondita e decidere le scelte future”. Così Carlo Tavecchio, n.1 della Figc, dopo la mancata qualificazione al Mondiale. Sul tavolo la situazione del ct Ventura e le dimisisoni da più parti invocate.

Sono lacrime amare quelle di Gigi Buffon per l’esclusione dell‘Italia dai Mondiali 2018. “Dispiace non per me, ma per il movimento, perché abbiamo fallito e anche a livello sociale poteva essere veramente importante. Questo è l’unico rammarico che ho, e non certo perché chiudo, perché il tempo passa, è tiranno ed è giusto che sia così. Sicuramente c’è un futuro per il calcio italiano. Il ct capro espiatorio? Le colpe sono di tutti”.



Oltre il danno, la beffa: le somme per la Tassa sui rifiuti che per 4 anni sono state erronamente versate dai cittadini di molti comuni per l’errato calcolo della tariffa, saranno “redistribuite” tra tutti gli abitanti, perché, secondo l’Anci, “il costo dello smaltimento va comunque coperto”. L’aumento potrebbe aggirarsi intorno ai 6 euro a persona. Intanto le associazioni di consumatori avvertono: “I rimborsi siano automatici”.

Fabrizio La Gaipa, uno dei candidati della lista M5s alle scorse regionali, è stato arrestato dalla squadra mobile di Agrigento con l’accusa di estorsione. Imprenditore nel settore alberghiero, giornalista, era candidato nel collegio di Agrigento. L’accusa contestata a La Gaipa, che è ai domiciliari, riguarda una presunta estorsione a due dipendenti dell’imprenditore che sarebbero stati costretti a firmare false buste paga.

“Mio padre è stato ricattato, qualcuno gli ha prospettato ritorsioni contro figli e nipoti. Per questo, per anni, ha taciuto sulla morte di Serena”. Dopo la perizia che ha riaperto il caso dell’omicidio di Serena Mollicone, Il Messaggero rompe il silenzio Maria Tuzi, figlia del brigadiere dei carabinieri morto suicida nel 2008, pochi giorni dopo aver rivelato ai pm di aver visto Serena entrare nella caserma di Arce (Frosinone) il primo giugno 2001.



Non si fermano le testimonianze di attrici e modelle contro il regista Fausto Brizzi, accusato da molte di averle molestate sessualmente. Clarissa Marchese, ex Miss Italia 2014, è stata una delle prime a uscire allo scoperto. “Ho fatto un provino con lui, mi chiese di spogliarmi perché per farmi lavorare doveva fidarsi di me – racconta a “La Repubblica” -. Deve chiedere scusa e farsi curare, anche il sesso può essere una dipedendenza”.

Una 22enne egiziana di Milano è stata espulsa dall’Italia per terrorismo. Fatma Ashraf Shawky Fahmy, in regola con il permesso di soggiorno, era incensurata e senza lavoro. Secondo la Digos, era in contatto con un membro dell’Isis, al quale ha prima chiesto di poter raggiungere la Siria per combattere e, di fronte alle difficoltà del piano, si è detta poi disponibile a un attentato suicida in Italia, senza ricevere risposte.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *