E’ italiana la prima pila inesauribile

Un brevetto e progetto italiano che ancora una volta reinventa la pila elettrica.

pila-elettrica-lisini

Una pila praticamente senza fine è quella che promette Gianni Lisini, ricercatore dello Iuss-Eucentre, totalmente green in grado di arrivare ad una durata tra i 15 e i 20 anni, solo utopia? Lisini ha depositato il suo brevetto qualche anno fa, un progetto innovativo e unico nel suo genere che promette una durata pressochè eterna.

Questa innovativa batteria è composta da un accumulatore chimico affiancato a un supercapacitore, un condensatore di recente costruzione che ha la caratteristica di poter accumulare fino a 5mila Farad, cosi ha spiegato Lisini, con il vantaggio di avere un numero elevatissimo di possibilità di cariche e scariche, milioni contro le poche centinaia delle comuni batterie chimiche. L’accumulatore chimico utilizza nanotubi in carbonio

Presentata durante il Jotto Fair di Pisa, la pila  è stata già realizzata in diversi prototipi e sarebbe già al vaglio di diverse aziende, di cui però ovviamente non viene svelato il nome. Una batteria di questo tipo del resto, com’è facile capire, è assai appetibile, ad esempio, nel settore automotive, sia per alimentare i mezzi privati che quelli di trasporto pubblico.


loading...
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *