“Una pensione da favola”, principesse Disney fuori dal comune sul palco: la recensione [Foto]

Una-pensione-da-favola-recensione

Gli attori di Una pensione da favola

Al Teatro Studio 4  di Torre del Greco, Napoli, in scena una nuova oscura fiaba Una pensione da favola  scritta e diretta da Salvatore Maiorino.

Sold out annunciati per le prime serate di grande comicità e divertimento in compagnie delle principesse delle fiabe, ma non aspettatevi quelle disegnate dalla Disney e tanto meno quelle descritte dai fratelli Grimm. Cenerentola, interpretata da Rosa di Somma, è una furbastra zoppicante, perché non ha ancora ritrovato la sua scarpetta, tenutaria della pensione dove riposano in tranquillità le principesse che compongono il cast della piccola e stravagante commedia, la bella addormentata Aurora, Giusy Tesoriero, una narcolettica stralunata che vive in una bara; Biancaneve, Annalaura Guarino può essere un po’ meschina, Ariel, Michela Tesoriero, è diventata una vorace bulimica che pensa, appunto, solo a mangiare; poi c’è anche la graziosa dalmata Peggy, Anna Assunta Falanga e il bel Principe tanto amato e desiderato dalle principesse diventato di uno strano colore “Marrone”, Ettore Trerè, che ora gli ronzano intorno le mosche, non più le principesse.

Ma la piena tranquillità della pensione viene disturbata dall’arrivo di due losche e strane figure che, sotto mentite spoglie, vanno in cerca della loro vendetta e finalmente di portare a termine la loro favola a proprio piacimento, Crudelia De Mon, Salvatore Maiorino e la regina Cattiva, Grimilde, la perfida matrigna di Biancaneve, interpretata da Lorenzo Penniello che vanta una performance assolutamente sbalorditiva. Crudelia desidera tanto che Peggy diventi babbucce per le sue serate d’inverno e Grimilde uccidere una volta e per tutte Biancaneve così sarà l’unica e sola meravigliosa creatura della sua fiaba. Ma non tutto va come loro meditavano perché le damigelle indifese in pericolo scoprono la vera identità delle due perfide e scoperte vengono processate per il loro tentato omicidio da un giudice balbuziente, Claudio Castellano affiancato da un usciere maleducato e spavaldo, Salvatore Manfredi.

Lo spettacolo, brillantemente messo in scena da Salvatore Maiorino,  è una fusione magica e incredibilmente distintiva delle arti della comicità,  testo divertente con exploit eccezionalmente spiritosi, gli attori stessi hanno bella presenza comica e rendono anche i personaggi completamente umani che guardano ora il mondo da una prospettiva diversa. Come andrà a finire? Dirò solo che il male vincerà sul male!

Lo spettacolo sarà in scena fino al 29 aprile al Teatro Studio 4, Via A. De Gasperi 45, Torre Del Greco (NA). Info date e prenotazioni: 333 2624544 – www.facebook.com/TeatroStudio4.

loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *