Entrare in Canada per motivi lavorativi

Nel caso in cui non si voglia entrare in Canada non per motivi turistici ma per motivi lavorativi è necessario perseguire una strada completamente differente.

Il Canada è da sempre uno stato florido e ricco di opportunità professionali motivo per cui se si intende lavorare sarà fondamentale richiedere il classico visto rivolgendosi direttamente all’Ambasciata canadese con sede a Roma.

Basterà compilare un’apposita modulistica nella quale sono dettagliatamente riportate le varie opzioni per il rilascio dello stesso. Scorrendo le varie opzioni sarà possibile individuare la necessità o meno del visto.

La richiesta può essere effettuata anche prima che ci sia effettivamente un’opportunità lavorativa. Viceversa se si fosse già in possesso di un contratto di lavoro il datore di lavoro dovrà presentare una documentazione aggiuntiva.

Affinché lo stesso venga rilasciato è fondamentale dimostrare la possibilità di potersi sostenere da un punto di vista economico e la stessa è fondamentale anche nel caso in cui si voglia portare con sé la propria famiglia.

Di non ultima importanza dobbiamo menzionare anche una dichiarazione di rispetto della normativa canadese. Se al posto del lavoratore dipendente invece si volesse intraprendere un’attività di natura imprenditoriale si dovrà dimostrare che con il proprio business si riuscirà a dare un valore aggiuntivo al miglioramento dell’economia locale.

Ottenuto il visto il governo canadese mette a disposizione una serie di informazioni utili da consultare tranquillamente prima di affrontare il viaggio che vi faranno già sentire a casa vostra. Il visto deve essere richiesto anche nel caso in cui si voglia andare a studiare in Canada.

L’ingresso potrebbe essere rifiutato dalle autorità di frontiera qualora le motivazioni del viaggio siano risultino essere differenti da quelle dichiarate.



Carta Verde: cos’è e come funziona

I cittadini che, invece, sono residenti in modo permanente negli Stati Uniti d’America devono esibire in fase di check in, per passare o volare per un aeroporto canadese, la Carta Verde e il passaporto entrambi in corso di validità.

La Carta verde è un documento che consente di entrare e di uscire liberamente nel territorio degli Stati Uniti d’America senza limitazioni e di lavorare indipendentemente dalle mansioni, dagli orari e dal tipo di impiego.

Cos’è e a cosa serve Autorizzazione elettronica di viaggio (eTA)

L’eTA è un’autorizzazione di viaggio elettronica obbligatoria dal marzo 2016 per tutti quei viaggiatori che desiderano recarsi in Canada o vogliano transitarci. Vediamo le specifiche.

Che si pensi di andare in Canada in vacanza, per lavoro o vi transiti solamente l’eTA è in ogni caso necessaria. Questa autorizzazione di viaggio è obbligatoria se la durata del viaggio è inferiore ai sei mesi.

I richiedenti dell’eTA procedono ad inoltrare la richiesta direttamente online. Può richiederla chiunque abbia un passaporto in corso di validità online attraverso il sito https://eta-canada.it/richiesta-visto-eta/ dove si trovano anche tutte le informazioni per la compilazione.

Quando vi apprestate a richiedere l’eTA dovrete avere a portata di mano il passaporto e una carta di credito oltre ad un indirizzo di posta elettronica sul quale ricevere la comunicazione.

Si dovrà prestare attenzione relativamente all’inserimento dei dati ed allo stato di avanzamento della pratica in prima persona e qualche passaggio potrebbe magari non essere particolarmente chiaro. Se siete pratici di modulistica questa è la procedura che fa per voi.

Per cui tenete ben a mente che è possibile procedere ad effettuare una richiesta per volta. Per la compilazione del tutto si avrà a disposizione un tempo limitato e le informazioni non verranno memorizzate.

Una volta compilato il modulo si riceverà conferma sulla mail inserito in fase di registrazione. Ottenuta l’autorizzazione non è necessario stamparla perché questa viene automaticamente collegata al passaporto di chi l’ha richiesta.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.