FUTURO REMOTO a Città della Scienza

La 32° edizione della manifestazione più longeva d’Europa dedicata alla scienza si terrà dall’8 all’11 novembre prossimi nella cittadella che affaccia sul mare di Coroglio e davanti all’isola di Nisida.

La manifestazione è organizzata e sostenuta dalle sette Università campane, dal Miur e dalla Fondazione Idis-Città della Scienza, e con il contributo di oltre 100 tra le più importanti istituzioni accademiche, scientifiche, culturali e centri di ricerca nazionali.

Come ogni anno il tema principale è il centro su cui si creano eventi, laboratori, esperimenti, convegni, seminari, mostre, concerti. Quello di quest’anno è Ri-generazioni, cioè un modello di economia volto a uno sviluppo sostenibile e condiviso per tutto il nostro pianeta.

Ci saranno 12 aree tematiche intorno alle quali si avrà l’occasione per vivere e condividere le esperienze più importanti nel campo dell’innovazione scientificaa, tecnologica e sociale. Futuro remoto è da sempre uno spazio dove il sapere condiviso fa incotrare intorno ai temi più attuali e disparati che il mondo scientifico si trova a esplorare e affrontare.



Durante la manifestazione gli eventi, gli spettacoli, i concerti, i giochi, le conferenze, i laboratori e tante altre iniziative i ricercatori cercano di coinvolgere, trasmettere, motivare, far interagire, far “toccare con mano” i fenomeni scientifici al grande pubblico. Qui i bambini sono i veri protagonisti perchè il gioco diventa la forma prediletta di apprendimento di tutti quei fenomeni mutevoli e spesso incomprensibili. Il 9 novembre, nella Sala Rari della Biblioteca Nazionale di Napoli, il secondo convegno affronterà il tema “La scienza in Cina ieri e oggi” , e percorrerà le tappe delle antiche conoscenze cinesi e le attuali sinergie scientifiche tra Occidente e Oriente.

Tra le mostre ci sarà quella promossa dal Gruppo Bracco intitolata The Beauty of Imaging che si proporrà di celebrare la bellezza “interna” del nostro corpo, un punto di vista artistico della diagnostica per immagini. La diagnostica per immagni è un insieme di tecniche che combina fisica, biologia, chimica, farmacologia e medicina per salvare vite umane. Con il viaggio nel corpo umano si scopre la complessità dei meccanismi che lo regolano e la perfezione e l’armonia delle strutture che lo compongono. Infine, domenica 11 alle ore 17:00 in Sala Newton ci sarà un racconto in musica : “Lights and Waves Rhapsody”, sulle onde gravitazionali curato dall’Asi e dall”Infn in collaborazione con l’Inaf.

Le dodici aree tematiche:

Aerospazio

Agrifood

Ambienti di vita

Chimica verde

Design, creatività e made in Italy

Energia

Fabbrica intelligente

Mezzi e sistemi per la mobilità

Patrimonio Culturale

Scienze della vita

Smart Communities

Un mare di risorse

Il programma completo è consultabile sul sito di Città della Scienza. Di seguito date, orari e luogo.

FUTURO REMORO SI SVOLGERA’ DA GIOVEDI’ 8 A DOMENICA 11 NOVEMBRE A CITTA’ DELLA SCIENZA CON INGRESSO GRATUITO.

Con i seguenti orari:

8,9,10 novembre 2018 dalle 9:00 alle 17:00

11 novembre 2018 dalle ore 10:00 alle 18:00

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.