Gli Ebrei – Disagiami EP

gli ebrei - disagiamiL’ottimo esordio “2010”, con tanto di ristampa (“2010.1“), non è bastato, e la recente e apocalittica cover del classico di Guccini e Nomadi Dio è morto, con un cameo di Simona Gretchen, nemmeno. Evidentemente per Gli Ebrei è tempo di rivoluzione, soprattutto ora che si vedono anch’essi parte dell’immenso roster di una label di altrettanto ottima caratura come la Tannen. E uscire con un EP come questo “Disagiami” significa tenere fede all’aria di rinnovamento che si respira, in poco più di dieci minuti. Ne sono una lapalissiana constatazione il germe noise che si espande di secondo in secondo nell’apertura affidata a Opportunità e il letale mix di Skiantos, Suicide e Doors come quello della title-track, composizioni non da tutti i giorni. Ma anche il fallimento amoroso in chiave garage di Strage di Pasqua, la ninna nanna dal sapore pop di I miei vicini e un’apertura di spicco intravedibile in Strumentale, un nome, un programma, un risultato eccelso. Di minore impatto invece il punk-boogie di Scatola nera, unico rimando ai rumorosi inizi, ma leggermente inferiore. Complessivamente, ne viene fuori un EP che mette in chiaro come la band di Fano, passo dopo passo, abbia trovato una direzione da seguire nel modo giusto.

Gustavo Tagliaferri

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.