“Hybrid. Postumano e mutazione della specie”: interrogativi sul futuro dell’uomo

“L’umanità sogna di oltrepassarsi proprio quando sente di essere sull’orlo di una catastrofe.”

Se da un lato il mondo si interroga sui possibili disastrosi effetti dei cambiamenti climatici causati tutti dalla presenza sempre più ingombrante dell’uomo, quest’ultimo si interroga e cerca modi sempre diversi e nuovi per andare oltre, per travalicare i confini del proprio essere, del proprio corpo e del proprio cervello.

Nel libro “Hybrid – Postumano e mutazione della specie”, l’autore Filippo La Porta si interroga e si pone domande, illustra le ultime scoperte scientifiche e tecnologiche sempre più fuse insieme.

Al postumano che dà il titolo al libro ci siamo già arrivati: cibo geneticamente modificato, protesi di nuova generazione, clonazione. Tutto questo può essere visto sia come felice opportunità (con nuove straordinarie forme di soggettività) sia come cupa distopia (l’incubo di una intelligenza artificiale in grado di governare il mondo senza di noi).

Sull’aggrovigliata questione del postumano – tra ingegneria genetica, robotica, tecnologie dell’informazione – si sono formati due partiti opposti: scientisti ottimisti e umanisti pessimisti. Per i primi ci troviamo alla vigilia di un ulteriore stadio della evoluzione, e la tecnologia ci potrà liberare dalla malattia, dal corpo e perfino dalla morte. Per i secondi siamo alla fine della civiltà umanistica, e l’uomo stesso rischia di diventare superfluo.

Un gruppo di scienziati e umanisti ci guida nelle profondità del problema, lasciando poi a noi la scelta: sgomenti o entusiasti?

Hybrid Postumano e mutazione specie

Filippo La Porta, critico e saggista, collabora regolarmente con “la Repubblica”. Fra i suoi libri: Maestri irregolari, Bollati Boringhieri, 2007; Meno letteratura, per favore, Bollati Boringhieri, 2010; Pasolini, Il Mulino, 2012; Roma è una bugia, Laterza, 2014; Indaffarati, Bompiani, 2016; Il bene e gli altri. Dante e un’etica per il nuovo millennio, Bompiani, 2018; Disorganici, Edizioni di storia e letteratura, 2018. Per Enrico Damiani Editore ha curato e prefato: 12 apostati, 12 critici dell’ideologia italiana, 2015; Canone 2030. Una scommessa sulla letteratura italiana, 2016; Di cosa siamo parlando?, 2017.

Загрузка...
Blogger a tempo pieno. Appassionato di televisione con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre, prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.