Krallice – Ygg huur

Krallice - Ygg huurAvantgarde, 6 t.

Dopo aver prodotto quattro full-length dalla lunghezza media di un’ora nella prima mezza decade di attività, il risultato che i Krallice hanno ottenuto con l’ultimo Ygg huur potrebbe essere quantitativamente deludente: dai modici trentacinque minuti di durata, viene pubblicato senza troppe chiacchiere né pubblicità sotto l’egida dell’Avantgarde.

Qualitativamente parlando, invece, i tre anni di distanza dal precedente Years Past Matter si sentono, soprattutto dal punto di vista stilistico: il distacco dalle radici black metal è una volta per tutte netto, mentre fa capolino tra le varie tracce una tendenza più prettamente tecnica e progressiva. In particolare, già Idols, prima traccia dell’album – d’altronde, tutto è relativo –, si dimostra più legata alle sonorità sperimentate, in un certo qual modo, anni addietro dai Gorguts in Obscura e più recentemente in Colored Sands. Idem l’introduzione di Bitter Meditation e la conclusiva Engram, quasi che il recente ingresso del produttore Colin Marston nel gruppo canadese ne abbia influenzato il modo di comporre. Le uniche tracce che a sprazzi fanno tornare i Krallice sui propri passi – ma manco troppo – sono Wastes of Ocean e Over Spirit, le quali presentano delle partiture che, più che rimuginare sulla loro vecchia (possiamo già definirla tale?) estetica, risultano un buon connubio tra il primo e il nuovo corso.

In generale, con Ygg huur si è persa parte della sorpresa dovuta alla singolarità stilistica del gruppo newyorchese, in favore di una maggiore ricercatezza e complessità sotto l’aspetto compositivo – che tuttavia rimane non eccessivamente originale, ormai. Pesano soprattutto i progetti paralleli dei due chitarristi, Mick Barr e Colin Marston, in particolare Dysrhytmia e Gorguts. A seconda dei gusti potrebbero essere preferibili le vecchie soluzioni, ma probabilmente abbiamo la fortuna di trovarci davanti a un passo importante nella discografia e nella crescita dei Krallice.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *