Beach House – Thank Your Lucky Stars

Beach House - Thank Your Lucky StarsSub Pop/Bella Union, 9 t.

A poco più di due mesi dall’uscita dell’atteso Depression Cherry i Beach House raddoppiano sfornando Thank Your Lucky Stars. Un lavoro che dimostra di avere vita autonoma rispetto al suo precedente, avvicinando ancora di più le proprie sonorità a quelle delle prime produzioni del duo di Baltimora. Infatti non ci troviamo di fronte ad un album di b-sides, ma di vere e proprie tracce autonome create in seguito alla sessione di composizione del primo disco menzionato. I suoni si fanno sempre più rarefatti, il ritmo diventa progressivamente più lento ma la voce della Legrand rimane sempre grandiosa e sognante. Nonostante ciò è impossibile non notare come le note di Common Girl siano praticamente identiche a quelle di On the Sea, brano di chiusura del fortunato Bloom (2012), ma questo poco importa. Dunque, chi sono i Beach House del 2015? Ci troviamo davanti a grandiosi artisti dal sapore dream pop che hanno l’ambizioso progetto di far sognare il proprio fan con un album che probabilmente numerosissimi artisti non sarebbero mai riusciti a comporre in anni di sperimentazioni e riflessioni artistiche. Non si rassegnano ad affidare al pubblico una sola opera nel giro di un anno, ma ben due.  Inoltre, considerando che sono tutte opere di altissimo livello, non si può fare altro che apprezzare lo sforzo dei due. Pietre miliari dei nostri tempi.

Lorenzo Landriscina

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *