Paolo Zanardi – Viaggio di ritorno

Paolo Zanardi - Viaggio di ritornoLapidarie Incisioni, 11 t.

Evidentemente Andrea Pazienza guardava molto avanti con il suo immaginario, al punto da portare ad una trasposizione più vera del vero di svariati suoi personaggi, almeno nel corso degli ultimi dieci anni e passa. Perché Paolo Zanardi, da sempre uno dei cani sciolti dello stivale mossisi con la dovuta cautela, senza fretta alcuna, è un po’ così ed agisce seguendo un percorso che cinque anni dopo Tutte le feste di domani lo fa riemergere con un album che non è solo l’ideale prosecuzione di quest’ultimo, ma probabilmente il maggiormente rilevante della sua carriera. Viaggio di ritorno è l’occasione giusta per avere a che fare con un artista che si rende tanto cantore di fiabe di animali metropolitani (la sbilenca traversata subacquea simil-pop de L’arca di Noè) quanto di emarginati (Romeo e Giulietta, il tragico funky-disco di Ospedale militare (storia di un travestito)), e lo fa con una grazia che tra i suoi picchi ha il tango caraibico di C’è splendore in ogni cosa e le atipiche tendenze wave che infiammano il rock-blues di Roulette russa, ma non sono da meno quella marcetta che, accennata nella cadenzata ballata Piccola Marilyn, con tanto di hammond tipicamente 70’s, torna con un incedere marziale nel proclame della title track, con tanto di beffardo mellotron, e gli spaccati di vita folk di Case popolari, che accentuano una componente country, se non anche vagamente swing, nei fiati di contorno, una volta che si presenta Per i tuoi piedi, in un quadro in cui gli archi che avviluppano una struggente Ninna nanna di chiusura rappresentano il giusto tocco finale. Una conferma di una voce fuori dal coro ora più che mai degna di rilievo, un Viaggio di ritorno che merita più di una possibilità.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *