Caso – Cervino

Caso - CervinoCORPOC/To Lose La Track/Sonatine, 11 t.

Dietro La linea che sta al centro vi era una scelta ferrea e sorprendente, quella di mostrare la propria parte maggiormente intima in virtù di un passato trascorso tra formazioni di vario genere, pur non snobbando la presenza di una completa band. Una scelta che aveva contribuito ad alzare il valore di tale opera, ma al contempo tale da portare Caso, in arte Andrea Casali, ad aggiungere un po’ di pepe a quella che è la sua quarta fatica. In Cervino, rispetto all’opera precedente, è chiaro come il suono d’autore di stampo 70’s passi in secondo piano, come a sua volta la componente acustica, a favore di un contesto elettrico che dà una maggiore compattezza di fondo tanto a livello compositivo quanto al cantato dell’artista, indubbiamente fuori dagli schemi, uno stream of consciousness trasferito all’esterno e reso un po’ più grezzo, per quanto in un paio di occasioni maggiormente pulito, lungo una traversata che va intensificandosi mano a mano, passando da momenti di matrice simil-pop, come Blu elettrico, ad un rock dalla vena poetica rappresentato dai riverberi di Stanze buie, dalla sopita eppur galoppante Nettuno, dalle alterazioni southern a sfondo rurale di Santo patrono e dalla carica di Pressione alta, senza per questo rinunciare all’intimità di cui sopra, rappresentata da Atletica leggera ed il racconto di Lario da una parte e Denti di ferro e FM dall’altra, in un contesto in cui una menzione particolare la meritano due crescendo, i due clou del lotto: il folk elettrificato di Occhio di bue ed una Buste, per certi versi, variopinta, colma di forte intensità. Ideali fiori all’occhiello di un lavoro che, schivando ogni ostacolo come da apposito immaginario d’ispirazione, comprova come Caso sia un artista la cui vena punk non funge da cartina da tornasole, ma come un’ulteriore prova di come questa possa sempre andare di pari passo con una crescita interiore. Che con Cervino si compie più che mai.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *