I've killed the cat – Forgiveness Party EP

cover ep I'VE KILLED A CAT frontSalite a bordo, mettetevi comodi e allacciate le cinture. Si parte sulla macchina del tempo di “Forgiveness Party”, ep d’esordio del quartetto milanese, dal nome inquietante quanto originale,  I’ve killed the cat.

Diciassette minuti e 20 secondi di puro e sano post punk, sapientemente shakerato con un pizzico di brit-pop.

Le influenze sono molte e delle più varie. Si va dai mitologici Cure e The Clash, fino a giungere a gruppi relativamente più recenti come Blur e White Stripes.

Il risultato è un mini album che ha la sapiente capacità di far rivivere atmosfere, per forza di cose ormai perdute, come quelle degli anni ’80.

I suoni, le melodie e la voce della prima traccia, che da il titolo all’EP, sono il miglior biglietto da visita per quanto sopra descritto.

In successione arrivano poi le trascinanti Ashtrays (singolo scelto per la promozione video in rete) e Komodo. Canzoni sulle quali è impossibile non lasciarsi coinvolgere e portare il tempo, battendo il piede a terra.

Un sound più attuale (e forse più commerciale) caratterizza la quarta traccia, So cold.

A chiudere il viaggio troviamo How many times must we lose our way dove giganteggia una chitarra suadente.

Fonti di ispirazione chiare, suoni eclettici ben miscelati per dare al tutto la propria impronta e un’ottima pronuncia della lingua inglese.

A questo punto attendiamo qualcosa di più corposo per confermare queste buone impressioni. Sperando, magari di ascoltare anche qualche lirica in italiano, che dimostrerebbe un coraggio non indifferente per un gruppo che dimostra di avere stoffa.

Giovanni Caiazzo per Mag-Music

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *