Valentina Gravili – La balena nel Tamigi

Valentina Gravili - La balena nel TamigiEra il 2006 e le cronache mondiali, per qualche giorno, si trovarono a seguire col fiato sospeso le sorti di un piccolo cetaceo che, smarrito il senso dell’orientamento, si era trovato a sguazzare per le acque del celebre fiume londinese. Una vicenda, questa, che Valentina Gravili, giovane promessa della musica italiana, ha saggiamente ripreso nel suo nuovo lavoro – dal titolo, appunto, La balena nel Tamigi – come allegoria di una vita senza punti di riferimento che porta, con facilità, a brancolare nel buio.

Nonostante le premesse impegnate, però, la voce della cantautrice pugliese già vincitrice del premio Ciampi 2001, leggera come una brezza primaverile, riesce a dar vita a dieci tracce che fanno dell’orecchiabilità e della semplicità un pregio.

Saggiamente supervisionata da Amerigo Verardi e affiancata da Max Baldassarre e Silvio Trisciuzzi, infatti, la Gravili ha confezionato un album cantautorale dal sapore pop e dai modi composti; uno di quegli album semplici, che non sconvolgono ma che, al tempo stesso, riescono ad allietare e a stampare un sorriso sul viso dell’ascoltatore.

Voce sognante, qualche virata psichedelica a dare colore qua e là e un’eleganza raffinata pari a quella di grandi donne della musica italiana quali Cristina Donà, la Gravili confeziona, dunque, un lavoro ben fatto ed equilibrato, un ascolto consigliabile a chiunque e raggiungibile con un semplice click sul sito della giovane brindisina.

Annachiara Casimo

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.