"Hanno ucciso un robot", il nuovo album dei The Walrus

Il prossimo 27 gennaio uscirà per Garrincha Dischi il nuovo album dei The Walrus, completamente in lingua italiana, intitolato “Hanno ucciso un robot“.

“Ascoltare ‘Hanno ucciso un robot’, seconda prova sulla lunga distanza della formazione livornese, forse può darci una mano a comprenderlo. È infatti un disco che parla italiano ma sogna altre terre. Quello che ispira la band livornese The Walrus è l’indie rock anglosassone e americano, che siano Pavements o Vaccines poco conta perché tra mostri sacri e nuove leve rilegge in maniera personale ciò che tanti tentano di fare vanamente. Il suono è leggero nelle intenzioni, compensando quello delle sonorità e come nel lavoro precedente l’attitudine è quella di uno sviluppo armonico semplice ma incisivo.

Si attraversano paesaggi sonori differenti, sfumature pop e progressioni party rock’n’roll, ma è la rinnovata presenza di Marta Bardi alla voce a dare al caleidoscopio di emozioni un respiro aggiornato, riveduto e corretto, tanto da far sua la leggerezza delle domeniche mattine, dei lunedì a casa da lavoro, che riporta il meglio degli Scisma dentro il 2012.

Tematiche di cambiamento nella voce di Giorgio Mannucci: ‘Dai con la vita’, ‘Specchio’ e gli echi tra Stereolab e Baustelle di ‘Sogno’. Una fuga che parte con ‘Hanno ucciso un robot’ e che si farà strada all’interno della canzone pop italiana, grazie alla varietà di registri toccati e una sensibilità altra”.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *