Intervista agli Allerija con la loro meravigliosa versione gipsy di Toro! Torero! omaggiano Ivan Cattaneo

allerija intervista

Allerija in concerto

Per l’uscita del doppio album Un Tipo Atipico #tributoivancattaneo, per il quarantennale di carriera di Ivan Cattaneo, la band Allerija interpreta una meravigliosa versione di “Toro! Torero!”, difficile non rimanere affascinati dalla voce di Eugenio Solla che si fonde emotivamente con il suono nudo della chitarra acustica dalle caratteristiche sonorità gipsy, accompagnato ai cori dalla calda voce mediterranea di Chiara Di Martino.

Allerija è una band dai ritmi latini, con il grande fervore di andare sempre alla ricerca di nuovi confini da attraversare, non solo quelli mediterranei. La band è composta da Eugenio Solla (voce principale e chitarra), Gianluca Mazza (chitarra solista), Chiara Di Martino (cori e maracas), Angela D’Ammora (tromba), Francesco D’Assisi Greco (sax), Giuseppe D’Amora (basso), Giovanni Volpe (batteria) e Franco Schettino, detto El Chiko (percussioni).

In occasione del loro tribute a Ivan Cattaneo, abbiamo intervistato Eugenio Solla, frontman e ideatore degli Allerija, attualmente in giro per l’Italia per l’Allerija Fidati Tour.

Conoscevi la produzione di Ivan Cattaneo?

Conoscevamo l’artista, poi Salvatore De Falco, produttore del progetto-tributo, ci ha fatto conoscere il mondo di Ivan che per noi, fino a quel momento, era uno slogan ska chiamato “Una zebra a pois”, che ha segnato le sale da ballo entrando nelle hit e nelle radio fino ai giorni nostri.




Toro! Torero! fa parte dell’album Ivan Il terribile del 1982, di cui voi ne avete fatto una versione completamente diversa…

Innamorati da subito del brano durante i vari ascolti, ha provocato in noi la necessità di risuonare il pezzo arrangiandolo col nostro stile, acustico gipsy. È stata una trasgressione che credo non possa dispiacere il maestro che, in quanto a sperimentazione, la sa lunga.

Quale altra canzone di Ivan Cattaneo avreste scelto? 

Ogni suo brano è contraddistinto da qualche apertura armonica non convenzionale, per non parlare dei suoni sempre ricercati e innovativi, al punto che, alcuni brani, ancora adesso sono attuali. Abbiamo fatto una scelta diretta da subito convinti, lo stesso De Falco pensò per primo questo brano per noi. Se ne avessimo dovuti incidere due, avremmo scelto, potendo, “Io canto accanto” da ‘Luna presente’ lavoro di Ivan del 2005.

Avete avuto difficoltà reinterpretare e avvicinarvi al mondo musicale di Cattaneo?

Ovviamente, quanto più originale è un artista, tanto più è difficile fargli tributo, tocca innanzitutto studiarlo e capirlo a fondo, altrimenti si rischia di stravolgere la stesura del pezzo, di nascondere lo stile e la sua personalità compositiva. Un lavoraccio, ma ci siamo divertiti e spero tanto che piaccia anche agli ascoltatori e soprattutto ai fan storici di Ivan.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Il nostro disco “Fidati” registrato presso gli studi della Synfonica Records del m° Mario Simeoli. L’album ha coinvolto diversi artisti che hanno scelto di collaborare con noi per questo progetto. Musicisti del calibro di Rosario Jermano, Paolo Del Vecchio, Luigi Patierno, Peppe Fiscale, Carlo Avitabile e una band di fiati di giovani, la Pimonte Folk Band, che ha fatto da cornice al nostro brano in francese “Le Cheveu Blanc”, scritto da Filomena Nuccia De Riso. Insieme al disco uscirà anche il videoclip di “Aprile”, altro brano di nostra composizione, girato da Antonio Levita interamente in green screen, per permettere alla band Allerija di visitare mondi e paesaggi fantastici, sullo stile di Alice in Wonderland. A questo aggiungerei un numero di live record per noi, ‘Allerija Fidati Tour’ ci permetterà di presentare il nuovo album in teatri e locali in tutta Italia. Abbiamo  cominciato col Memo di Milano e l’ Histoire, nella piazza di Foggia, con le relative tv e radio locali che stanno mandando in anteprima ‘Fidati’, il brano che ha dato nome all’album.

allerija, ivan cattaneo

Ivan Cattaneo tribute copertina

Intervista a cura di Nicola Garofano.




loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *