Wall Street verso una nuova fase ribassista?

Come ci ricordano diversi giornali economici, a Wall Street in questi giorni, si festeggiano i 7 anni di mercato rialzista. Ma dopo i ribassi di questo 2016 la festa potrebbe essere finita e ci potremmo trovare, a breve, a dover fare i conti con un nuovo periodo di ribassi. Il contesto internazionale, infatti, sta diventando sempre più complesso e i mercati finanziari potrebbero perdere quell’euforia che, nel bene o nel male, ha caratterizzato gli ultimi anni.

borsa wall street

Da un punto di vista tecnico il livello da monitorare sull’indice S&P500 è quello di 1707 punti. Ma al di la di questo ci interessa fare una valutazione oggettiva di quello che è il contesto finanziario mondiale perchè non bisogna dimenticare che, nonostante le iniezioni di liquidità delle banche centrali che falsano un po i numeri, la finanza è sempre lo specchio dell’economia reale.

Per prima cosa prendiamo in considerazione le materie prime. Siamo di fronte ad un crollo delle quotazioni della maggior parte delle materie prime, in primis il petrolio. Questo sta mettendo in ginocchio quei paesi che reggono la propria economia su questi canali. A questo vanno aggiunte le crisi del sistema bancario europeo e della produzione cinese.

Se vogliamo ampliare un po la nostra veduta, potremmo dire che è l’intero sistema capitalista ad essere sull’orlo del fallimento. Un sistema che, fino ad oggi, è stato basato sul produrre di più per vendere di più. Ma in un mondo dove i consumi sono in forte calo, l’eccesso di offerta, rispetto alla domanda, sta portando ad una pericolosa fase deflazionista. Tutto ciò pesa come un macigno sui mercati finanziari che, fino ad ora, hanno retto per via dei continui interventi delle banche centrali.

Ma siamo sicuri che sia un bene per l’economia reale oltre che per chi fa trading finanziario? O, forse, potrebbe essere più ragionevole permettere alle borse di allinearsi a quella che è la realtà, una realtà fatta di imprese che chiudono e di disoccupazione alta in gran parte del mondo occidentale. Al di la di quelli che saranno gli interventi di oggi da parte della Bce, presto ci sarà un riallineamento delle borse all’economia reale.

Chi fa trading farebbe meglio a tenerlo a mente perchè non bisogna dimenticare che, al di la dei grafici e dei trend del momento, anche per le borse arriva il momento di fare i conti con la realtà.

Fonte news: http://www.tradingfinanziario.org/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *