Un poeta scugnizzo: Ciro Tranchese

Ciro Tranchese

Alle sponde del Vesuvio, nasce Ciro Tranchese.

Ciro Tranchese è una giovane promessa della poesia e della letteratura, nasce a Napoli il 22 dicembre del 1986. Sin dalla nascita ha imposto il suo carattere, infatti è nato un mese prima del previsto, mettendo purtroppo a repentaglio la vita della mamma.

Tranchese è laureato in lingue e letterature straniere presso l’Università degli Studi di Salerno.

Si appassionato alla letteratura, grazie a suo nonno che gli regalò il libro” ‘A Livella”, scritta dal grande Antonio De Curtis. Da lì, comincia a interessarsi sempre di più della poesia, fino ad arrivare a scrivere poesie sue, che fa leggere solo a pochissime persone.

Tranchese, si decide a pubblicare una raccolta poetica in  dialetto napoletano e si affida alla casa editrice La Stella Cadente edizioni.

La raccolta s’intitola: ‘A voce annascosa ‘e ‘ll’anema. 

Le opere presenti in questo libro, hanno un significato particolare, intenso, dopo aver letto questi versi, ti lascia la voglia di riflettere, nei versi non percepisci l’emozioni di un ragazzo ma di un uomo vissuto.

Per questo motivo, invito ai lettori a leggere queste poesie, perché sembrano che sono legate alle radici della vita. All’interno vengono omaggiati Pino Daniele e John Lenon, due colossi musicali, ed in mezzo a due colossi non poteva mancare la bravura di uno scugnizzo napoletano.

Il suo nome d’arte è Ciro Nisba Tranchese, Nisba significa: Niente. In questa parola si rispecchia l’epoca in cui viviamo, perché siamo tutti nulla e niente. Ma se cominciamo a leggere le poesie di Tranchese,riusciamo a sentirci importanti, realizzati.

Impareremo a conoscere meglio questo poeta, attraverso le sue opere e seguendolo in alcune presentazioni.

Tranchese è vincitore di alcuni concorsi di poesia, in particolare si classificò al 2° posto con la poesia “Napule” al concorso di Cervinara.

Ci auguriamo che il suo libro possa raggiungere le vette più alte della letteratura.

Vi lasciamo con una frase che rispecchia il poeta:
                           ” Non sono niente.
Non sarò mai niente.
Non posso voler essere niente.
A parte questo, ho dentro me tutti i sogni del mondo.

                        Fernando Pessoa

Spero soltanto che le mie attese non si mutino in illusioni poiché credo che per realizzare i nostri sogni abbiamo bisogno non soltanto di credere in noi stessi ma soprattutto di qualcuno che creda profondamente in noi.”.




loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.