Rassegna stampa dal mondo del 1° agosto

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo.

rassegna stampa

Ostaggi in Papa Nuova Guinea

In Afghanistan attacco dei taliban contro un hotel per stranieri. Tre islamisti hanno fatto esplodere un camion all’ingresso del Northgate hotel di Kabul, che ospita contractor stranieri, a pochi giorni dal più grave attentato nella capitale afgana da 15 anni. È seguito un lungo scontro a fuoco con la polizia, finito con l’uccisione di un poliziotto e di due islamisti. L’altro è morto nell’esplosione.

Controffensiva dei ribelli nelle zone di Aleppo assediate dal governo. I ribellibruciano copertoni per complicare l’offensiva dell’aviazione siriana e combattono contro le truppe del presidente Bashar al Assad, che il 17 luglio hanno bloccato la cittàlasciando isolate 300mila persone senza cibo né medicine, secondo l’Onu. L’Osservatorio siriano dei diritti umani conta almeno undici vittime.

Tokyo sarà governata per la prima volta da una donna. La conservatrice Yuriko Koike, ex ministro della difesa, ha vinto le elezioni che si sono svolte ieri, dopo che la precedente amministrazione è caduta per uno scandalo finanziario. La sua biografia è insolita per un politico giapponese: ex giornalista, divorziata, ha frequentato l’università in Egitto e parla correntemente l’arabo.

Dopo il colpo di stato fallito, sono state arrestate 18mila persone in Turchia.Lo ha dichiarato il ministro dell’interno turco Efkan Ala. Delle persone arrestate 9.677 sono state arrestate con un capo d’imputazione, mentre le altre sono trattenute senza essere state formalmente incriminate. Nella notte del 15 luglio una parte dell’esercito turco ha provato a prendere il potere, ma il colpo di stato è stato sedato e il presidente Recep Tayyip Erdoğan ha lanciato una campagna di repressione con arresti, epurazioni, licenziamenti e la chiusura di decine di giornali, tv e riviste.

Registrati i primi quattro casi di zika contratta negli Stati Uniti. Il dipartimento per la salute della Florida ha dichiarato che quattro persone potrebbero aver contratto il virus zika a Miami, questo significa che la malattia sarebbe stata trasmessa dalle zanzare all’uomo negli Stati Uniti, e non in America latina come nei casi precedenti, registrati in persone che avevano visitato di recente i paesi limitrofi.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *