I robottoni degli 70 e 80 arrugginiti e abbandonati: ecco dove sono ora Mazinga, Goldrake e gli altri [Foto]

robottoni anni 80

Mazinga Z

Un progetto immaginifico, affascinante ma anche un pò triste quello realizzato in Rusty Heroes un progetto dell’architetto Antonio Voto ovvero immaginare dove sarebbero oggi i mitici robottoni degli anni 70 e 80 che hanno tenuto compagnia e fatto sognare fino ad oggi e ancora oggi quella generazione. Secondo questo progetto sarebbero arrugginiti e abbandonati qui e là per il globo terrestre, una fine forse triste ma non meno affascinante come eroi in carne ed ossa affaticati dopo aver salvato il mondo a più riprese sugli schermi televisivi. Cosi scopriamo, tramite un’abile fotoritocco che Goldrake sia seppellito parzialmente su una spiaggia oppure ciò che resta di Kyashan relegato in una fabbrica ma non va meglio al Big shooter di Jeeg robot la navicella che lanciava i componenti per comporre il mitico robot che giace in una base segreta del Canada Settentrionale.

“Il progetto consiste nel prendere le icone di un passato mitico, della cultura stessa degli anni ’70 e reinterpretarle, dandone una visione romanticamente decadente” , spiega l’architetto Antonio Voto, già autore dei personaggi di Star Wars ubicati tra le piazze e le vie di Milano. Così Daitarn 3, Gundam, Mazinga Z & co tornano in vita anche se in realtà nel nostro immaginario interiore non se ne sono mai andati.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *