Rassegna stampa dal mondo del 26 ottobre

In primo piano emergenza migranti, atrocità a Mosul e incendi al campo di Calais.

La rassegna stampa dal mondo del 26 ottobre 2016.

Rassegna stampa

Foto Reuters

Il gruppo Stato islamico è accusato di atrocità a Mosul, in Iraq. Secondo diverse testimonianze riportate dall’Onu, i jihadisti hanno ucciso diversi civili, tra cui anche donne e bambini. L’obiettivo è diffondere il terrore tra la popolazione mentre le truppe irachene continuano ad avanzare verso la città. Nel villaggio di Safina, dichiarano le Nazioni Unite, sono state uccise 15 persone e i loro corpi sono stati gettati in un fiume. Lo Stato islamico è già stato accusato anche di aver usato i civili come scudi umani.

Militanti legati al gruppo Stato islamico rapiscono e uccidono trenta civili in Afghanistan. Lo rivelano le autorità della provincia di Ghor, nel centro del paese. I fatti sono avvenuti vicino alla città di Firozkoh, dove sono in corso combattimenti tra miliziani estremisti islamici e le forze afgane. Come spiega il governatore di Ghor, durante gli scontri è rimasto ucciso un comandante jihadista e per rappresaglia i miliziani hanno rapito e ucciso un gruppo di 33 civili.

Anche il Gambia vuole lasciare la Corte penale internazionale (Cpi).L’annuncio del piccolo stato dell’Africa occidentale arriva dopo quelli di Burundi e Sudafrica. Il presidente gambiano Yahya Jammeh, al potere dal 1994, accusa il tribunale di perseguitare gli africani.

L’Unione europea ha inviato una lettera all’Italia sulla legge di bilancio. Il documento “riguarda la parte centrale della manovra” e contiene la richiesta di “chiarimenti sulle spese per il terremoto e i migranti”, ha detto il ministro dell’economia e delle finanze Pier Carlo Padoan.

Militanti legati al gruppo Stato islamico rapiscono e uccidono trenta civili in Afghanistan. Lo rivelano le autorità della provincia di Ghor, nel centro del paese. I fatti sono avvenuti vicino alla città di Firozkoh, dove sono in corso combattimenti tra miliziani estremisti islamici e le forze afgane. Come spiega il governatore di Ghor, durante gli scontri è rimasto ucciso un comandante jihadista e per rappresaglia i miliziani hanno rapito e ucciso un gruppo di 33 civili.

Anche il Gambia vuole lasciare la Corte penale internazionale (Cpi).L’annuncio del piccolo stato dell’Africa occidentale arriva dopo quelli di Burundi e Sudafrica. Il presidente gambiano Yahya Jammeh, al potere dal 1994, accusa il tribunale di perseguitare gli africani.

Sono più di 3.700 i migranti morti quest’anno nel Mediterraneo. Nonostante manchino ancora due mesi alla fine del 2016, si contano almeno 3.740 morti e dispersi, poco meno dei 3.771 registrati nel 2015. Lo rivela l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), che registra anche un calo complessivo del numero di persone che hanno attraversato il Mediterraneo per raggiungere l’Europa. Circa la metà delle persone che attraversano il Mediterraneo sono dirette in Italia e si imbarcano dal Nordafrica.

È possibile aiutare i bambini con autismo dando ai genitori una super abilità comunicativa. Nello studio, pubblicato su The Lancet, sono stati coinvolti i papà e le mamme di bambini con autismo fino a quattro anni di età. I terapisti mostravano ai genitori i video delle interazioni con i figli, insegnandogli a cogliere gli indizi comunicativi poco evidenti. I genitori sono stati anche allenati a mantenere una comunicazione non stressante per i bambini. È risultato che i benefici di questo tipo di addestramento sono parziali, ma duraturi.

Assegnato il Man Booker prize allo scrittore afroamericano Paul Beatty. È la prima volta che il più prestigioso riconoscimento letterario in lingua inglese viene attribuito a uno scrittore statunitense. Il romanzo vincitore, Lo schiavista, è pubblicato in Italia da Fazi.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.