Rassegna stampa dal mondo del 19 novembre

In primo piano la grave crisi ad Aleppo, le nomine di Trump e il Cop22.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Foto di REUTERS/Abdalrhman Ismail

L’Onu denuncia la grave situazione ad Aleppo est. Jan Egeland, il consigliere speciale del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, ha avvertito che la situazione nella parte orientale di Aleppo è “molto cupa” perché i 250mila civili sotto assedio non hanno cibo né medicinali, l’inverno si avvicina e s’intensificano gli attacchi del governo di Damasco e dei suoi alleati. Il 18 novembre sulla città era in corso il quarto giorno consecutivo di bombardamenti e dall’inizio di novembre nessuno dei convogli umanitari organizzati dall’Onu è arrivato a destinazione. Intanto continua l’offensiva delle forze arabo-curde per scacciare il gruppo Stato islamico da Raqqa, nel nord della Siria: i combattimenti si concentrano intorno all’altura strategica di Tal al Saman.

Donald Trump ha scelto Jeff Sessions come ministro della giustizia. Il senatore dell’Alabama, un ex procuratore, è stato uno dei suoi principali alleati durante la campagna elettorale e ha posizioni piuttosto dure sull’immigrazione. L’ex generale Michael Flynn invece è stato scelto per il ruolo di consigliere sulla sicurezza nazionale. I democratici e alcuni mezzi d’informazione accusano Flynn di essere un simpatizzante del presidente russo Vladimir Putin. Al deputato del Kansas Mike Pompeo è stato offerto il posto di direttore della Cia. Secondo fonti diplomatiche David Petraeus, ex direttore della Cia in passato al centro di uno scandalo, è il favorito per la poltrona di segretario di stato.

Alcuni dei paesi più poveri del mondo promettono di tagliare le emissioni di gas serra. Il 18 novembre, in chiusura alla conferenza sul clima Cop22 di Marrakech, 48 paesi, tra cui Bangladesh, Filippine ed Etiopia, hanno promesso di ridurre drasticamente entro i prossimi quattro anni l’uso di carburanti fossili e passare a fonti rinnovabili per il 100 per cento. Il presidente della conferenza, il marocchino Salaheddine Mezouar, ha detto di contare sul “pragmatismo” e l’”impegno” del neoeletto presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, noto per il suo scetticismo sui cambiamenti climatici.

Un tribunale britannico accorda il permesso di conservare con la criogenesi il corpo di una ragazza morta di cancro. La madre di una quattordicenne di Londra, malata terminale di cancro, ha vinto la battaglia legale per conservare il corpo della figlia, che non sarà seppellito, nella speranza che un giorno siano scoperte nuove cure. Il desiderio era stato espresso dall’adolescente prima di morire, ma il padre si era opposto. Il corpo è stato sottoposto alla criogenesi negli Stati Uniti.

Migliaia di indonesiani in piazza contro l’intolleranza etnica e religiosa. La manifestazione pacifica per promuovere l’unità contro la discriminazione si è tenutail 19 novembre a Jakarta. Le preoccupazioni per la radicalizzazione islamica nel paese è cresciuta dopo che il 16 novembre la polizia ha aperto un’inchiesta contro il governatore cristiano di Jakarta, accusato di blasfemia da gruppi musulmani.

Il Regno Unito lancia un piano di restauri per Buckingham palace. Il governo e la corona britannici hanno approvato uno stanziamento di 431 milioni di euro per rimodernare il palazzo reale. Saranno sostituiti i vecchi impianti elettrici e idraulici, e installati dei pannelli solari sul tetto. Saranno ampliate le aree destinate ai visitatori. I lavori cominceranno ad aprile e dureranno una decina d’anni. Gli ultimi interventi risalgono a sessant’anni fa.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.