Delight il primo EP del duo Coma Berenices architetti del suono: la recensione

Coma Berenices recensione

Coma Berenices

Delight è il primo ep di uno straordinario duo femminile, Coma βerenices, progetto di Antonella Bianco e Daniela Capalbo. Uscito a Marzo 2016, Delight contiene cinque splendidi brani strumentali, arrangiati finemente: Take care, A spring blossom, Waves, Idiot e The end. Loro stesse hanno dichiarato che il lavoro di Delight è stato influenzato da una famosa poesia di Robert Herrick, Delight in disorder, e come le opere del poeta inglese, il disco è sorprendete per la ricchezza e la costruzione delle sue forme, così come la melodia e la sensibilità del suo stile. L’arte, quella vera, per il duo campano, Coma βerenices, è imperfetta e loro riescono a catturare immagini e aspetti della natura, come nel bellissimo pezzo Waves dove il suono delle tastiere si trasforma in un canto di gabbiani, per trasformarle in bellezza armonica tra accordi consonanti o dissonanti che esprimono la forza dei brani in riflessi di espressioni codificate di passione e carnalità internazionale. E, la loro imperfetta musica, arriva all’anima, ciò che non potrebbe fare la computer music, ed è appunto quello che attraeva Herrick, il garbo selvaggio, un po’ come i capelli in disordine della Magnani, per intenderci.

Coma Berenices recensione

Coma Berenices






Il duo dimostra prontezza e coordinamento perfetto come di una collaborazione musicale a lungo termine in questi brani, puliti e chiari, ariosi e spensierati che ti rimbalzano in un’auto che corre attraverso la campagna all’aria aperta con la sensazione di attraversare l’America.

L’apogeo della musica strumentale, a tratti armolodica dalle vibrazioni istintive, la massima esaltazione delle melodie, come in A Spring Blossom con quel magico mandolino che crea una sintesi multicolore di note e suoni, trasuda calore, passione e piacere.

Le Coma βerenices sono attualmente in tour e ad ogni loro live, questa coppia, continua a stupire e stordire con il loro virtuosismo frizzante e le incredibili singole performance, spesso accompagnate alla batteria da Andrea De Fazio.

Chissà se, durante qualche loro live, riusciranno a fondere reading e musica, un bellissimo connubio tra poesia e brani musicali. O non è troppo cool o per young fashion?

Coma Berenices recensione

Coma Berenices





loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *