Archivi categoria: Intrattenimento

GeForce Now arriva sulle console Xbox

GeForce Now porta l’ecosistema Steam sulle console Xbox

L’ecosistema di Steam arriva finalmente sulle console Xbox grazie alla potenza del cloud garantita da GeForce Now.

In queste ore infatti Nvidia ha sbloccato ufficialmente il supporto della sua piattaforma streaming a Microsoft Edge, il browser su base Chromium che il colosso di Redmond ha lanciato con successo su Windows e recentemente sulle console Xbox dopo un lungo periodo di testing.

E The Verge infatti a confermare che adesso la piattaforma streaming di NVIDIA è giocabile anche dalle console Xbox Series X, S e One proprio sfruttando il browser di Edge.

Tuttavia, secondo quanto riferito da Tom Warren su Twitter, al momento giocare a giochi che richiedono l’uso di mouse e tastiera non è l’esperienza più ideale poiché “la tastiera virtuale appare quando si fa clic”. Inoltre, sembra che i titoli basati sul multiplayer siano affetti da una certa latenza.

Si tratta in ogni caso di una presenza importante, dato che l’accesso a GeForce Now è anche un tramite per giocare in streaming buona parte della libreria Steam e questo rende a tutti gli effetti le console Xbox un vero e proprio ecosistema del gaming che abbatte delle barriere impossibili fino a qualche anno fa.

God of War arriva su PC a gennaio 2022 e avrà tante opzioni grafiche

God of War arriverà finalmente su PC con una montagna di opzioni grafiche

Sony ha annunciato che anche il reboot/sequel di God of War lanciato nel 2018 su PlayStation 4 arriverà ufficialmente su PC il 14 gennaio 2022.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Siamo entusiasti di annunciare che God of War (2018) sbarcherà su PC il 14 gennaio 2022! Sin dal rilascio dell’ultimo capitolo dell’epopea di Kratos, noi di Santa Monica Studio siamo stati piacevolmente sommersi dal supporto e dalla passione dei fan della serie God of War. Ad agosto 2021 le copie vendute di God of War per PlayStation 4 ammontavano a 19,5 milioni e non vediamo l’ora di offrire questa esperienza a un nuovissimo gruppo di giocatori: quelli su PC!

Questa iterazione per PC del gioco vanterà una gran quantità di opzioni grafiche aggiuntive rispetto alla release originale per PS4 a partire da un framerate illimitato e il supporto in contemporanea ai 4K sulle configurazioni che lo supportano.

Non mancherà l’integrazione completa con NVIDIA Deep Learning Super Sampling (DLSS), disponibile su RTX e che permetterà di giocatore al titolo con dei ritmi altissimi senza sacrificare impostazioni grafiche e risoluzioni in uscita più elevate.

Oltre a DLSS, sarà disponibile la tecnologia NVIDIA Reflex a bassa latenza. Reflex offre un’esperienza più reattiva, che ti permette di agire più rapidamente e sferrare combo più letali. Oltre a miglioramenti grafici e delle prestazioni, offriamo anche il supporto per l’ultra-widescreen 21:9!


Per i giocatori che prediligono l’uso del controller, il titolo supporterà i controller wireless DUALSHOCK 4 e DUALSENSE, oltre a un’ampia gamma di altri gamepad.
L’uscita di God of War per PC sarà accompagnata dal supporto garantito per controller e dalla possibilità di personalizzare i comandi della tastiera.

I giocatori fedeli a mouse e tastiera potranno personalizzare totalmente le combinazioni di tasti per adattare i comandi al proprio stile di gioco.

E per finire, l’acquisto di God of War per PC ti darà l’accesso ai seguenti contenuti digitali:

·         Set di armature Voto di morte per Kratos e Atreus

·         Skin per scudo Guardiano dell’esilio

·         Skin per scudo Brocchiero della fucina

·         Skin per scudo Anima elfica lucente

·         Skin per scudo Scudo oscuro

Gundam Battle Operation Code Fairy dal 4 novembre su PS4 e PS5, trailer e dettagli

Gundam Battle Operation 2 riceve la sua campagna single player attraverso un nuovo capitolo a episodi

Dopo il teaser dei giorni scorsi Bandai Namco Entertainment ha presentato ufficialmente MOBILE SUIT GUNDAM BATTLE OPERATION Code Fairy, che sarà disponibile dal 4 novembre 2021 per PlayStation 4 e PlayStation 5.

MOBILE SUIT GUNDAM BATTLE OPERATION Code Fairy è un emozionante titolo che racconta la storia della “Noisy Fairy”, un’unità segreta che lotta per avanzare nel Continente Nord Americano durante la “One Year War”. Il gioco ha tutta l’azione frenetica di MOBILE SUIT GUNDAM BATTLE OPERATION 2, ma assicura anche una profonda e dettagliata storia per gli appassionati e i principianti. I giocatori potranno formare dei legami indistruttibili nel mezzo di una brutale guerra.

Il gioco in single player è formato da 3 Volumi, che possono essere acquistati in bundle o separatamente. Il Volume 1 sarà disponibile dal 5 novembre. Il Volume 2 e 3 arriveranno il 19 novembre e il 3 dicembre, rispettivamente. Chi avrà acquistato la Standard o la Deluxe Edition avrà accesso un giorno prima ai contenuti.

Code Fairy è fortemente connesso con MOBILE SUIT GUNDAM BATTLE OPERATION 2, condividendo le stesse meccaniche di gameplay. Progredendo nella storia i giocatori potranno anche guadagnare ricompense per MOBILE SUIT GUNDAM OPERATION 2, come il mobile suit originale di Code Fairy.

Gotham Knights: il nuovo trailer introduce la Corte dei Gufi

Ecco il nuovo trailer di Gotham Knights

In occasione del DC FanDome è stato presentato il nuovo trailer di Gotham Knights, RPG d’azione open world ambientato in una Gotham City che deve fare i conti con l’apparente morte di Batman contando su un nuovo gruppo di protettori: Nightwing, Red Hood, Robin e Batgirl.

Il video presenta l’antagonista principale del gioco, la leggendaria Corte dei Gufi, una società segreta composta dalle famiglie più ricche di Gotham City. Il trailer introduce anche Oswald Cobblepot (noto anche comePinguino), il famigerato supercriminale DC che apparentemente conosce dettagli importanti su questo onnipresente predatore silenzioso e sulla minaccia che rappresenta per Gotham e la sua nuova guardia dei supereroi DC: Batgirl, Nightwing, Red Hood e Robin.

Il gioco arriverà nel 2022 su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X e PC.

Suicide Squad: Kill the Justice League, rilasciato lo story trailer italiano

Ecco il nuovo trailer di Suicide Squad: Kill the Justice League

In occasione del DC FanDome è stato presentato un nuovo trailer ufficiale per Suicide Squad: Kill the Justice League, il nuovo videogioco sviluppato da Rocksteady e incentrata sull’omonima squadra di villain impegnati a difendere il pianeta dalla minaccia più inaspettata… la Justice League, finita sotto il controllo di Brainiac.

Uno story trailer che purtroppo non mostra sequenze di gameplay, bensì si concentra proprio nello sviscerare le atmosfere scanzonate della storie e le sfaccettate personalità dei quattro protagonisti: Deathstroke, Harley Quinn, King Shark e Captain Boomerang. 

Al contempo però possiamo apprezzare la realizzazione tecnica del titolo, dato che il filmato è realizzato con il motore di gioco, offrendoci dunque un piccolo assaggio della natura next gen della produzione, in arrivo nel 2022 su PlayStation 5, PC e Xbox Series X.

Xbox: nuovi giochi retrocompatibili potrebbero essere in arrivo a novembre

Microsoft potrebbe essere al lavoro su nuovi giochi retrocompatibili

A quanto pare Microsoft potrebbe riprendere nuovamente ad aggiungere titoli al suo programma della retrocompatibilità sulle console della famiglia Xbox.

Questi potrebbero arrivare in occasione del 20° anniversario di Xbox che coinciderà proprio con il mese di novembre.

L’indiscrezione è stata riportata da Shpeshal_Nick, co-fondatore di XboxEra, il quale ha riportato sui social che Microsoft starebbe attualmente testando diversi titoli Xbox 360 e della prima Xbox, circa una decina secondo l’insider. Nick ovviamente ha invitato “alla calma” sottolineando però che qualcosa si sta muovendo nuovamente nell’ambito della retrocompatibilità.

Già nei mesi scorsi alcuni esponenti di Microsoft avevano lasciato aperta la porta al ritorno di altri classici del passato, tuttavia in questi casi il problema a monte non è Microsoft, ma bisogna raggiungere degli accordi con i detentori delle proprietà intellettuali originali.