Archivi tag: Kenningar

Kenningar – Rebirth.Hope EP

Vi avevo già parlato dei Kenningar tempo fa, e sicuramente se siete di Torino o dintorli li avrete già sentiti suonare almeno una volta. Ebbene i nostri cari torinesi tornano con un nuovo EP, il secondo (e noi speriamo sia solo una sorta di “assaggio” prima di un vero e proprio full-lenght) che prende il nome di “Rebirth.Hope”.

Rebirth, la rinascita: i Kenningar abbandonano le vesti metal del primo lavoro per dedicarsi ad un genere che sentono più “loro”, l’alternative rock, ma mantenendo qualche sfumatura del passato e assorbendo qualche tratto più elettronico (poco eh).

Hope, la speranza: di piacere nonostante il cambiamento, di ampliare il proprio pubblico, di migliorare, di crescere, (di continuare a spaccare i culi, dico io). Sì, perché anche se l’alternative rock può sembrare un genere più “debole” rispetto al metal, e spesso si ha questa impressione solamente perché l’ultimo citato fa più chiasso, il nuovo EP dei Kenningar è la prova che si può creare un efficace mix che piaccia e che allo stesso tempo faccia un mazzo tanto. Continua la lettura di Kenningar – Rebirth.Hope EP

Kenningar – Silence EP

Prendi cinque ragazzi torinesi seriamente intenzionati a spaccarsi sul palco, prendi un metal melodico con qualche momento di screamo qua e là, butta tutto nel pentolone della musica meno commerciabile (almeno in Italia) e mescola per due anni. Dopo due anni di prove e concerti, esce il primo EP dei Kenningar, dandogli come titolo l’unica cosa che manca in questo 4 tracce: “Silence”, il silenzio.

Da subito si nota l’equilibrio dei brani, che alternano passaggi melodici ad altri più violenti (su tutte Scars’n’Blood), senza perderne la compattezza e creando una sorta di vortice di bene e male. Non sai se sentirti incazzoso con il mondo o amare tutti. Complice una bellissima voce, quasi sempre pulita, che accompagna il martellare di una batteria precisa e potente (ascoltare Pure Sugar in Vein per credere). Il tutto è dominato dal potente binomio di chitarra e basso, i cui riff incisivi riempiono l’aria e si incastrano perfettamente con tutto il resto: gran parte del merito va quindi alle chitarre, che rendono i brani dei potenziali singoli-tormentoni. Continua la lettura di Kenningar – Silence EP