Sigarette e cancro: un centesimo in più per finanziare la ricerca

loading...
sigarette, cancro

Sigarette

La proposta arriva dalla Ministra della saluta Beatrice Lorenzin ovvero 1 centesimo in più a sigaretta per creare un fondo che serva a finanziare la ricerca sul cancro, quindi l’idea sarebbe quella di trasformare la pericolosa dipendenza dal fumo, principale causa di tumori, in qualcosa di positivo che sia mirato alla cura appunto del cancro ma la Lorenzin vorrebbe studiare tale idea e proposta in modo che non appaia semplicemente come l’ennesima tassa.

Ogni ora in Italia vengono individuati più di 40 nuovi casi di cancro, solo nel 2015 sono stimate 363.300 diagnosi. L`innovazione in oncologia ha permesso però di fornire le prime risposte – spiega Federanzianinegli ultimi anni le guarigioni sono aumentate del 18% (uomini) e del 10% (donne) – e la ricerca scientifica ha reso disponibili armi sempre più efficaci come l’immuno-oncologia e le terapie target personalizzate, che potrebbero consentire di cronicizzare diverse malattie neoplastiche anche molto aggressive e in fase avanzata. Ma questi primi risultati rischiano di essere effimeri senza un impegno concreto nel finanziare l`acquisto dei nuovi farmaci innovativi.

La proposta della Lorenzin.

La nostra proposta è chiara: un centesimo in più per ogni sigaretta venduta. D’altronde i numeri sono impressionanti: 10.900.000 sono i fumatori in Italia oggi; 140.000 le sigarette fumate ogni 24 ore; 41.000 i nuovi casi di tumore al polmone nel 2015 ma soprattutto si deve ricordare che lo Stato ricava circa 11 miliardi di euro dalle accise del tabacco e impiega queste risorse in vario modo tranne quello che curarne gli effetti quando ne basterebbe una piccolissima parte, anche solo il 5%, per garantire pieno accesso a tutti i malati ai tanti farmaci in arrivo sul mercato.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *