Rassegna stampa dal mondo del 3 gennaio

In primo piano scoperto l’attentatore di Istanbul.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

L’attentatore di Istanbul

L’attentatore della discoteca Reina di Istanbul potrebbe essere uno uiguro di 25 anni. La stampa turca ha diffuso dei video dell’uomo che ha compiuto l’attentato avvenuto la notte di Capodanno in una discoteca di Istanbul: si tratterebbe di uno uiguro, una minoranza etnica cinese di religione islamica. L’attacco in cui sono morte 39 persone è stato rivendicato dallo Stato islamico. In diversi raid la polizia turca ha arrestato 12 persone sospettate di essere collegate con l’attentato.

Tregua a rischio in Siria. I ribelli siriani in un comunicato hanno fatto sapere che non parteciperanno ai negoziati di pace organizzati dalla Russia e dalla Turchia ad Astana, in Kazakistan. I ribelli denunciano, infatti, numerose violazioni del cessate il fuoco da parte del governo di Bashar al Assad soprattutto nella regione di Wadi Barada, intorno a Damasco.

Negli Stati Uniti si è riunito per la prima volta il nuovo Congresso. La maggioranza repubblicana, mai così ampia, ha un’agenda ambiziosa che comincia con l’abolizione della riforma sanitaria voluta dall’amministrazione di Barack Obama. Intanto poche ore dopo essersi riunita la camera ha approvato lo smantellamento di un organo etico indipendente che aveva il compito di controllare l’operato del parlamento. La decisione ha suscitato molte proteste, perché i repubblicani controllano sia la camera sia il senato. Il presidente uscente Barack Obama terrà il suo ultimo discorso a Chicago il 10 gennaio.

Rivendicato dal gruppo Stato islamico l’attentato di Sadr City, a Baghdad. Almeno 35 persone sono state uccise e altre decine sono rimaste ferite in un attentato compiuto nel quartiere a maggioranza sciita della capitale irachena. Si è trattato del più grave dei tre attentati che hanno ucciso quasi 60 persone a Baghdad in un solo giorno.

La Finlandia sperimenta un salario minimo per i disoccupati. Il governo finlandese guidato da Juha Sipila ha messo a punto un progetto pilota che per due anni riguarderà duemila disoccupati, a cui saranno versati 560 euro mensili. Il progetto pilota sarà poi lentamente esteso a tutti i disoccupati e anche ai freelancer e ai lavoratori part time. L’intento è quello di aiutare i lavoratori a non accettare condizioni di lavoro sfavorevoli o paghe troppo basse.

Morta una richiedente asilo in un centro in provincia di Vicenza, proteste dei profughi. Una ragazza della Costa D’Avorio di 25 anni è morta nel centro di accoglienza di Cona, vicino Vicenza, dopo essersi sentita male nella doccia. I profughi ospitati dal centro hanno protestato per il ritardo con cui sono intervenuti i soccorsi. Le forze dell’ordine hanno sedato la rivolta.

È morto John Berger. Critico d’arte, pittore e scrittore, era nato a Londra e viveva nell’Alta Savoia, in Francia. Tra i suoi testi più importanti il romanzo G., che vinse il Booker prize nel 1972, e la raccolta di saggi Questione di sguardi. Aveva 90 anni.

La polizia ha interrogato il premier israeliano Benjamin Netanyahu. Il confronto è avvenuto nella residenza del primo ministro a Gerusalemme. Netanyahu, coinvolto in un’inchiesta per corruzione, è accusato di aver ricevuto “una serie di regali di valore” da due imprenditori. Prima di ricevere la visita delle forze dell’ordine il premier israeliano ha invitato i suoi avversari a non cantare vittoria.

Il 2016 si è chiuso con un record negativo di approvazioni di nuovi farmaci. Negli Stati Uniti sono state autorizzate 22 medicine, il minimo dal 2010, contro le 45 del 2015. Nell’Unione europea sono state autorizzate 81 medicine, tra cui anche farmaci equivalenti, contro le 93 del 2015. Il rallentamento è dovuto al picco di approvazioni del 2015, ma anche a un basso numero di richieste e a più bocciature.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.