Rassegna stampa dal mondo del 9 gennaio

In primo piano l’attentato a Gerusalemme e attacco in Sinai.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

rassegna stampa

Attacco a Gerusalemme

Per il premier israeliano l’attentatore di Gerusalemme era affiliato al gruppo Stato islamico. Benjamin Netanyahu ha dichiarato che il palestinese alla guida del camion che l’8 gennaio ha travolto un gruppo di soldati sulla passeggiata Armon Hanatziv era un sostenitore del gruppo jihadista. Netanyahu non ha fornito prove delle sue accuse. L’attacco dell’8 gennaio ha causato quattro morti e 17 feriti. L’aggressore è stato identificato come il ventottenne Fadi Qunbar e arrivava da Gerusalemme Est. La legge israeliana prevede il carcere senza un processo per gli affiliati allo Stato islamico.

Il film La la land domina i premi cinematografici Golden globe. 

Attacco contro un posto di blocco nel Sinai: morti cinque soldati. Almeno cinque militari sono morti e altri dieci sono rimasti feriti in un attacco nella città egiziana di Al Arish, capoluogo del governatorato del Sinai del Nord. Lo confermano fonti mediche locali. L’attentato non è stato ancora rivendicato, ma negli ultimi anni il Sinai è stato spesso preso di mira dai gruppi jihadisti.

Il Movimento 5 stelle potrebbe abbandonare l’alleanza con Nigel Farage. Il leader del movimento, Beppe Grillo, ha annunciato che tra l’8 e il 9 gennaio si tiene un voto online tra gli iscritti per decidere se lasciare il gruppo Efdd (Europe of freedom and direct democracy), quello dell’Ukip di Farage, per spostarsi in quelli dei liberali dell’Alde (Alliance of liberals and democrats of europe). Il Movimento 5 stelle, in questo caso, passerebbe da uno schieramento euroscettico a uno dichiaratamente europeista e Grillo è a favore della seconda ipotesi.

Riprendono a Ginevra, in Svizzera, i negoziati per la riunificazione di Cipro. L’esito delle trattative, nonostante l’ottimismo di entrambe le parti, resta incerto. Il 22 novembre i colloqui tra i rappresentanti della parte greca e di quella turca si erano conclusi con un fallimento, ma i leader dei due schieramenti sperano che il 2017 sia l’anno buono per la riappacificazione definitiva. Cipro è divisa in due dal 1974.

Raggiunto un accordo in Costa d’Avorio tra il governo e i militari per porre fine all’ammutinamento. Il presidente Alassane Ouattara ha proposto un accordo che porrà fine all’ammutinamento da parte di truppe dell’esercito iniziato il 6 gennaio a Bouake e poi estesosi alle città di Man, Daloa, Daoukro e Korhogo. Nella sua dichiarazione, Ouattara ha detto che verrà in contro alle richieste salariali dei militari ma ha criticato le loro tattiche. Rimangono tensioni a Bouake, dove i militari hanno trattenuto momentaneamente la delegazione del ministro della difesa Alain-Richard Donwahi.

Almeno quindici persone arrestate per la rapina a Kim Kardashian a Parigi. A ottobre l’attrice statunitense era stata derubata da un gruppo di persone vestite da poliziotti. Gli uomini erano entrati nel suo appartamento, l’avevano legata e chiusa in bagno ed erano scappati con una refurtiva da circa dieci milioni di euro in gioielli. La polizia francese ha dichiarato di aver identificato gli uomini grazie alle tracce di dna trovate nell’appartamento. Le persone fermate, che saranno interrogate, erano già note alle forze dell’ordine.

La Grande barriera corallina dell’Australia è stata quasi del tutto distrutta circa 125mila anni fa. Secondo uno studio dell’università di Sidney, i coralli hanno sofferto a causa dell’improvviso innalzamento del livello del mare, provocato dallo scioglimento dei ghiacci polari. Poiché il cambiamento climatico potrebbe in futuro portare a un aumento del livello del mare, la ricostruzione di quanto avvenuto nel passato potrebbe aiutare i ricercatori a capire la possibile risposta dei coralli.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *