Laborart trionfa al VIBE (Vienna International Ballet Experience)

I sei giovani artisti si sono distinti per la loro professionalità e per l’elevata qualità artistica tra più di 200 giovani ballerini provenienti da tutto il mondo.

Laborart

Laborart


Laborart trionfa al VIBE (Vienna International Ballet Experience) USA 2017.  Gli allievi della scuola di danza e recitazione di Gragnano (Napoli) – ideata da Imma Cuoco, in collaborazione con l’insegnante Rosaria Cannavale – si sono distinti per la loro professionalità e per l’elevata qualità artistica tra più di 200 giovani ballerini provenienti da tutto il mondo. Miriam Rafone (16 anni) è arrivata terza nella categoria “Contemporaneo Junior” con “Insanity”, coreografia di Francesca Rapicano.  Le gemelle Annachiara e Federica Maresca (14 anni), si sono classificate terze nella categoria “Duo classico junior 1” con la variazione “Le fate”, aggiudicandosi anche una borsa di studio in Portogallo. A Raffaella Esposito (12 anni) è stata assegnata una borsa di studio in Canada. Corinne De Bock (18 anni) ha vinto il terzo posto “Cat senior contemporaneo” con una coreografia di Guy De Bock.

Tra i sei partecipanti della Laborart selezionati da Charlene Campbell Carey  (direttrice artistica di Vibe USA 2017) e dal Maestro Giuseppe Carbone (ex direttore della Scala di Milano), anche Daniele Esposito (15 anni), che ha ottenuto grandi apprezzamenti di pubblico e critica per la variazione danza classica “Grand Pas Classique” e l’assolo contemporaneo “Mamma ti scrivo dalla guerra”.

La seconda edizione di Vibe Vienna International Ballet Experience (che si è tenuta dal 10 al 14 gennaio, nella città di Missoula, Montana) ha riunito oltre 200 giovani ballerini più importanti di tutto il mondo, offrendo loro un’occasione unica ed irripetibile.

Il team del Vibe Vienna International Ballet Experience: Gregor Hatala (Presidente), Charlene Campbell Carey (direttrice USA) Karen Carreno (direttrice musicale) e Jenifer Kerber (amministratrice).

A decretare la tecnica e la competenza artistica dei partecipanti, la giuria composta dae Chan Hon Goh, Gharla Genn, Leslie Stevens, Ming Yan Davis, Andile Ndlovu, Rasta Thomas, Juliette Crump, Campbell Midgley, Roberto Munoz, Liu Bing, Lousie Plant SR., Carlton Wilborn, Guy De Bock, Maria Sascha Khan, Alex Atzewi.

Laborart nasce nel 1987 da un’idea di Imma Cuomo in collaborazione con l’insegnante Rosaria Cannavale. La scuola di Gragnano (Napoli) si avvale della continua collaborazione di validi insegnanti quali Francesca Rapicano, Guy De Bock, e innumerevoli interventi di professionisti come Alex Atzewi, Steve La Chance, Macia Del Prete, Enrico De Marco, Ambeta Toromani, Claudia Zaccari, Dominique Porter e Jean Lowton, Amy Roger. Laborart promuove le attività della danza nelle varie tecniche e discipline in modo professionale e qualificato, nell’ottica della continua crescita professionale dei giovani allievi. Nel corso degli anni si sente l’esigenza di ampliare le conoscenze degli allievi ed è così che oltre alla danza classica, passo a due, modern jazz, contemporaneo, hip hop, nascono i corsi di dizione, recitazione teatrale e cinematografica, movimento scenico, preparazione casting televisivi e cinematografici, proponendo l’arte a 360 gradi. Gli allievi di cinematografia sono seguiti e rappresentati dall’agenzia di Paola Dragone di Roma, mentre i corsi sono a cura di Giuseppe Mastrocinque e Gennaro Maresca.



loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *