Rassegna stampa dal mondo del 25 gennaio

In primo piano il muro di Trump.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Donald Trump

Donald Trump pronto ad annunciare il muro al confine con il Messico. Il presidente statunitense ha annunciato che oggi sarà “un grande giorno” per la sicurezza nazionale. Trump dovrebbe firmare diversi ordini esecutivi sull’immigrazione e la sicurezza delle frontiere, compreso quello che dà il via alla costruzione di un muro al confine messicano. Attese anche misure restrittive nei confronti delle persone provenienti da sette paesi africani e mediorientali, inclusi Siria, Iraq e Yemen. Questa decisione potrebbe scatenare le proteste delle organizzazioni umanitarie.

Estratto il corpo della ventunesima vittima dall’hotel Rigopiano. I vigili del fuoco hanno recuperato nella notte tre corpi senza vita, non ancora identificati, due di sesso femminile e uno di sesso maschile. È salito così a 21 il numero delle vittime ed è sceso a otto quello dei dispersi. Nove persone sono state messe in salvo dai soccorritori nei giorni scorsi. L’albergo è stato travolto da una valanga il 18 gennaio, probabilmente causata dalle scosse di terremoto.

Martin Schulz sarà il candidato dei socialdemocratici tedeschi alle prossime elezioni. Il Partito socialdemocratico di Germania (Spd) ha scelto l’ex presidente del parlamento europeo Martin Schulz per contendere la cancelleria ad Angela Merkel nelle elezioni politiche che si terranno a settembre del 2017. Dopo la rinuncia alla candidatura del presidente dell’Spd, Sigmar Gabriel, i responsabili del partito hanno scelto Schulz all’unanimità.

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha ricevuto un invito a presentarsi in procura. L’invito del pubblico ministero riguarda l’inchiesta sulla nomina a capo del dipartimento turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex capo del personale del Comune poi arrestato. In un post su Facebook, la sindaca si dichiara “molto serena” e pronta a “dare ogni chiarimento”. Abuso di ufficio e falso in atto pubblico le ipotesi di reato a suo carico.

Slitta a mercoledì 25 gennaio la delibera della corte costituzionale sull’Italicum. La sentenza della corte sulla costituzionalità della legge elettorale, conosciuta come Italicum, sarà annunciata il 25 gennaio, in tarda mattinata. L’udienza pubblica si è protratta fino al pomeriggio del 24 gennaio. I giudici si sono comunque riuniti in camera di consiglio che verrà aggiornata. Le motivazioni della sentenza della corte saranno depositate tra il 15 e il 28 febbraio, ed è probabile che la consulta chieda al parlamento di approvare una nuova legge elettorale che recepisca le sue indicazioni. Premio di maggioranza, ballottaggio, capolista bloccati sono i punti che potrebbero essere dichiarati incostituzionali.

Il presidente bulgaro Rumen Radev nomina un primo ministro ad interim. Ognyan Gerdzhikov, settant’anni, ex portavoce del parlamento, è il nuovo primo ministro bulgaro, incaricato di traghettare le istituzioni fino alle elezioni politiche anticipate che si terranno il 26 marzo. Il paese era senza premier da novembre, quando il primo ministro di centrodestra Bojko Borisov ha dato le dimissioni.

Iran, Russia e Turchia propongono un sistema per monitorare la tregua in Siria. In conclusione dei colloqui di Astana i tre paesi si sono accordati per assicurare il rispetto del cessate il fuoco e prevenire la ripresa delle violenze. I tre governi sostengono inoltre la partecipazione dei gruppi dell’opposizione armata siriana ai negoziati di Ginevra dell’8 febbraio. Il comunicato non è stato sottoscritto dai ribelli, che propongono un diverso meccanismo di cessate il fuoco. Il governo di Damasco continua però la sua offensiva nella valle del fiume Barada.

Una missione scientifica indiana misurerà l’altezza dell’Everest. Il forte terremoto che ha colpito il Nepal nel 2015 ha profondamente cambiato l’ambiente e potrebbe aver avuto un impatto anche sull’Everest, la montagna più alta del mondo. Alcuni dati satellitari suggeriscono una riduzione dell’altezza di qualche centimetro. I ricercatori vogliono quindi verificare l’altezza effettiva con una misura da terra. L’altezza ufficiale dell’Everest, 8.848 metri, fu rilevata 62 anni fa.

Annunciate le nomination ai premi Oscar. Cliccate qui per i dettagli.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.