Amy Winehouse, ancora oggi tante ombre sulla sua morte

La grande cantante prematuramente scomparsa ha lasciato un vuoto che ancora oggi non si rimargina.


Su Amy Winehouse si è detto e scritto di tutto in questi anni: si è scritto della sua carriera musicale durata troppo poco purtroppo cosi come durata troppo poco la sua vita, il suo straordinario talento il tutto in una morte precoce e ancora oggi insensata, funestata da tante, troppe ombre. Come quella gettata dalla sua guardia del corpo con cui la cantante aveva un rapporto di amicizia quasi fraterno e che la sera prima della morte le era sembrata normale, come sempre tranne che per un piccolo fondamentale dettaglio: guardare ossessivamente, come ipnotizzata i video delle sue canzoni ed esibizioni su Youtube.

Oggi a parlare dopo anni della straziante e intollerabile morte di una grande artista come Amy è Zalon Thompson, suo corista di punta nonchè molto amico di lei, è stato lui ad assistere in qualche modo alla disfatta della cantante, lui è stato testimone del suo inesorabile disfacimento che però a suo dire poteva evitarsi. L0 stesso Zalon però non ha fatto molto per lei, poteva fare molto di più ma è rimasto a guardare ed oggi pubblicherà un nuovo singolo sfruttando l’immagine della cantante.

Tutti stavano assistendo al suo declino, Amy si sentiva sola nonostante il grande successo, gridava aiuto e nessuno la ascoltava. Zalon asserisce che la cantante era circondata e gestita da persone, famiglia compresa, infami, ciniche e senza scrupoli che l’hanno voluta in qualche modo spremere fino all’ultimo ma quando lei avrebbe avuto bisogno di sostegno e aiuto l’hanno abbandonata tutti.

A corroborare questa tesi non ci vuole molto in quanto è sulla cronaca di quel periodo il suo ultimo concerto fallimentare in cui era ubriaca, l’abuso di alcool e droghe da cui però era uscita e fino all’ultimo lei non aveva comunque mai manifestato il desiderio di voler morire. Qualcuno ha voluto distruggerla psicologicamente e ci è riuscito. Quel famoso concerto in cui era a pezzi molto chiaramente, sotto gli occhi di tutti sarebbe dovuto intervenire qualcuno invece non intervenne nessuno. Ci mancherai sempre Amy!

amy-winehouse

Amy Winehouse

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.