Rassegna stampa dal mondo del 30 agosto

In primo piano tensioni Corea, Cina e Giappone, strage di bambini in India.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

India. Nel giro di 72 ore almeno 61 bambini indiani, per lo più neonati, sono morti nell’ospedale Baba Raghav Das di Gorakhpur, lo stesso dove in una settimana all’inizio di agosto erano morti altri 70 piccoli, apparentemente per mancanza di ossigeno. Lo riferiscono i media locali. Secondo fonti sanitarie almeno sette bambini sono morti di encefalite, mentre gli altri sono deceduti per altre malattie.



Gran Bretagna. Torna a casa dalla nonna la bambina inglese di 5 anni proveniente da una famiglia cristiana e affidata a una famiglia musulmana. E’ quanto ha deciso il giudice Khatun Sapnara, musulmana praticante, spinto dalla volontà di “tutelare le origini culturali e religiose del minore”. “E’ nel migliore interesse della piccola vivere con un membro della famiglia in grado di promuovere il suo benessere e soddisfare le sue esigenze”, ha sottolineato il magistrato.

Corea. Il missile che ha sorvolato il Giappone è solo il “preludio” per Guam. E’ la minaccia della Corea del Nord agli Stati Uniti, secondo quanto riferito da alcune fonti del regime di Pyongyang alla Cnn. Dopo il lancio del missile è stato convocato d’urgenza il Consiglio di Sicurezza dell’Onu, che ha condannato duramente l’iniziativa di Pyongyang. “Le nostre prossime mosse dipendono dal comportamento di Washington”, ha avvertito il leader nordcoreano Kim Jong-un.

rassegna-stampa-news

Il percorso del missile lanciato dalla Corea.

Italia. L’agenzia di rating Moody’s rivede al rialzo le stime di crescita dell’Italia per il 2017 e il 2018, prevedendo un aumento del Pil dell’1,3% contro lo 0,8% e l’1% stimati in precedenza. La crescita è sostenuta “dalla politica monetaria e di bilancio e da una ripresa più forte nell’Ue”, spiega Moody’s. Rivalutate al rialzo anche le stime della Germania (al 2,2% per il 2017 e al 2% per il 2018) e della Francia (all’1,6% per entrambi gli anni).



USA. Le autorità della contea statunitense di Brazoria, a sud di Houston, hanno dato ordine di evacuare la zona per la rottura degli argini a Columbia Lakes. “Fuggite ora”, recita l’ordine sul profilo ufficiale della Contea. Intanto il presidente americano Donald Trump e la first lady Melania si sono recati in Texas per visitare le zone colpite dalla tempesta tropicale Harvey.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.