Balmorhea – Stranger

Annunci

[adsense]

La notte muore sulle note dell’ultima traccia di “Constellations”, segue il giorno e sui resti dell’alba nasce “Stranger”. Un lavoro a distanza, dato che Rob Lowe e Michael Muller ormai vivono a migliaia di chilometri l’uno dall’altro. E tanto ampliano il loro sound accompagnando i vecchi archi e il pianoforte con chitarre elettriche, synth e percussioni, quanto ad ampliare la band è la new entry Kendall Clark, percussionista. Se a primo impatto Days richiama alla mente gli Hammock (per poi tuffarsi in un abisso fatto di archi, pianoforte e canti celesti), Fakefealty mette in moto il suo ritmo vivace fatto di chitarra distorta e percussioni, sintesi della nuova sperimentazione. In Jubi si fa viva l’intelligenza emotiva del disco che soffia come brezza fresca e che rende tutto più elettrificato, mentre Artifact è un intruglio magico e vario che rasenta a tratti il prog (ingredienti: banjo, pianoforte, chitarre elettriche e suoni elettronici). Quasi in fondo al disco si rivela Shore, un rilassante sfiorare di corde che non ha bisogno di tanti giri artificiosi per comunicare. Pyrakantha e Pilgrim, invece, sono la scelta giusta per chi rivuole i vecchi Balmorhea. Il post-rock dei texani in questione mette in evidenza un uso massiccio di chitarre, un tesoro fatto di suoni da scovare con attenzione. Ne risulta un disco di transizione, voli pindarici tra passato e presente, contrasti ambient/post, malinconia/allegria, acustico/elettricità, visioni paesaggistiche e spazi sconfinati sempre lì sullo sfondo.

Carmelina Casamassa

[adsense]

Blogger professionista e da sempre appassionato esperto di telecomunicazioni, serie tv e soap opera. Giuseppe Ino è redattore freelance per diversi siti web verticali. Ha fondato teleblog.it, tivoo.it, mondotelefono.it, maglifestyle.it Ha collaborato tra gli altri anche con UpGo.news nella creazione di post e analisi. Collabora con la web radio Radiostonata.com nel programma quotidiano #AscoltiTv in diretta da lunedi a venerdi dalle 10 alle 11.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.