L’Unione europea di nuovo contro Google per posizione dominante

google

Google

Che Google sia dominante ce ne accorgiamo noi che scriviamo e gestiamo siti su internet costretti spesso e mal volentieri di assoggettarci alle moltissime regole imposte dal colosso di Mountain View, in poche parole se non sei ben inserito in Google non sei nessuno ma questa posizione dominante il famoso motore di ricerca la mantiene ad oggi anche con il suo sistema operativo Android in quanto Google impone ad aziende costruttrici ed ai gestori di telefonia mobile di pre installare le sue app e chi possiede uno smartphone o un tablet con sistema Android sa bene che al momento dell’acquisto si ritrova già con il device pieno di app di Google che tra l’altro non si possono neanche disinstallare, al massimo disattivare.

Nella comunicazione degli addebiti inviata oggi la Commissione sostiene che Google ha violato le norme antitrust dell’Unione: per l’obbligo ai fabbricanti di preinstallare Google Search e il browser Google Chrome e di impostare Google Search come motore di ricerca predefinito sui loro dispositivi, come condizione per poter concedere in licenza determinate applicazioni di cui Google detiene i diritti; per il divieto ai fabbricanti di vendere dispositivi mobili intelligenti che utilizzano sistemi operativi concorrenti basati sul codice sorgente aperto Android; per l’offerta di incentivi finanziari ai fabbricanti e agli operatori di reti mobili affinché preinstallino esclusivamente Google Search sui loro dispositivi.

Qualcosa andrebbe fatta anche per l’utilizzo del motore di ricerca sul web ma questa è una richiesta ormai troppo esosa.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *