“I miei 60 giorni all’inferno”, un terrificante viaggio nelle carceri americane su Crime+Investigation

I miei 60 giorni all’inferno

Una finestra autentica e brutale sulla vita all’interno le carceri americane.Arriva in Italia il docu-reality I miei 60 giorni all’inferno da mercoledì 27 aprile alle 22.00 solo su Crime+Investigation (in esclusiva su Sky al canale 118).

Sette persone innocenti, sette cittadini modello, decidono di vivere per sessanta giorni nel carcere di massima sicurezza di Clark (Indiana, USA) a stretto contatto con guardie e pericolosi criminali, tenuti assolutamente all’oscuro dell’iniziativa: stessiorari, stesso cibo e stesse regole.

Ideato dallo sceriffo Jamey Noel, che ha anche selezionato le sette persone, si tratta di esperimento sociale e televisivo assolutamente inedito. Attraverso momenti di grande tensione, il programma cerca di fare luce sulle lacune del sistema carcerario americano e sulla corruzione presente nel penitenziario di Clark nonché punta a mostrarele dinamiche più oscure e cruente della vita dei detenuti.

Sette giorni su sette, ventiquattro ore su ventiquattro, le telecamere di Crime+Investigation seguiranno da vicino e senza censura l’esperienza dietro le sbarre dei sette partecipanti, tra cui un’insegnante, un ex marine, una poliziotta e una mamma casalinga, ognuno con le sue motivazioni e aspettative.L’unica protagonista a dover cambiare nome è Maryum Ali, figlia del campione di pugilato Muhammad Ali.

Il docu-reality I miei 60 giorni all’inferno, già confermatoper una seconda stagione in Usa, è stato celebratoda vari quotidiani. L’Hollywood Reporter l’ha elogiato per il suo realismo: “Non si tratta di una prigione da film di Hollywood; è una vera prigione che è completamente affollata. Si percepisce chiaramente la claustrofobia dell’ambiente. La violenza è reale e straziante…”. Il primo episodio è stato seguito da 1,2 milioni di spettatori.

Il programma è prodotto da Lucky 8 TV per A+ E Networks.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.