Rassegna stampa dal mondo del 4 maggio

Le principali notizie di oggi da tutto il mondo in breve.

rassegna stampa

Donald Trump

Ecco cosa sta succedendo in queste ore in tutto il mondo: in primo piano la nuova vittoria di Donald Trump, il sindaco di Lodi indagato.

Donald Trump vicino alla nomination repubblicana. Il 3 maggio nello stato dell’Indiana si sono svolte le primarie in vista delle elezioni presidenziali statunitensi. Tra i repubblicani ha vinto il milionario Donald Trump che, conquistando il 53 per cento dei voti, ha ottenuto tutti i 51 delegati in palio. Il suo avversario Ted Cruz, che aveva puntato molto su questo voto, ha annunciato il suo ritiro lasciando così il campo libero a Trump. Tra i democratici ha vinto Bernie Sanders, con il 53 per cento dei voti. A lui vanno 43 delegati, alla sua sfidante Hillary Clinton 37. La senatrice conserva comunque un ampio vantaggio su Sanders.

Incendi in Canada, evacuata una città. Tutti gli 80mila abitanti di Fort McMurrayhanno dovuto abbandonare le loro case a causa dei devastanti incendi in corso da tre giorni. Il fuoco ha distrutto interi quartieri della cittadina, che sorge nella regione di estrazione delle sabbie bituminose ed è circondata da foreste. Nell’ultimo mese le autorità avevano lanciato l’allarme incendi perché l’anno scorso la stagione è stata secca e quest’inverno è caduta poca neve.

Il sindaco di Lodi compare oggi davanti al giudice. Simone Uggetti, del Partito democratico, è stato arrestato il 3 maggio con l’accusa di turbativa d’asta per l’assegnazione della gestione di due piscine estive. Insieme a lui è stato arrestato anche l’avvocato Cristiano Marini, consigliere di Sporting Lodi, la società che ha vinto il bando.

Arrivati a Roma 101 profughi siriani grazie a un corridoio umanitario. Le 37 famiglie siriane e una irachena sono partite in aereo da Beirut. È il terzo volo per l’Italia organizzato da febbraio grazie a un accordo tra governo, Federazione delle chiese evangeliche, Comunità di Sant’Egidio e Tavola valdese. I rifugiati saranno trasferiti in diversi centri d’accoglienza italiani.

Almeno 19 morti e 80 feriti in una serie di bombardamenti su Aleppo. È il bilancio fornito dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, dopo diversi attacchi dei ribelli contro i quartieri controllati dal governo. Per la tv pubblica è stato colpitoanche l’ospedale Al Dabit. Parigi e Londra hanno chiesto una riunione urgente del consiglio di sicurezza dell’Onu sulla situazione nella città del nord della Siria.

Una donna somala si è data fuoco nel centro di detenzione di Nauru. È in gravi condizioni. Nella stessa struttura per richiedenti asilo, dove l’Australia rinchiude i migranti che cercano di arrivare nel suo territorio, il 29 aprile è morto un profugo iraniano che si era dato fuoco per protestare contro le condizioni di detenzione e le lunghe attese per la presentazione delle domande di asilo.

L’opposizione venezuelana raccoglie 1,8 milioni di firme contro Maduro. La petizione è stata consegnata alle autorità elettorali di Caracas. È il primo passo verso la convocazione di un referendum per destituire il presidente Nicolás Maduro, il cui mandato scade nel 2019.

In Senegal apre Dak’Art, la biennale dell’arte contemporanea africana. È una delle più importanti manifestazioni dedicate alle arti visive in Africa. Andrà avanti fino al 3 giugno. Tra le novità di quest’anno, la creazione di un premio dedicato alla critica e al giornalismo culturale.

Catalogate quasi tutte le mutazioni genetiche del tumore al seno. È stata determinata la sequenza dell’intero dna di 560 cellule tumorali e sono stati individuati 93 geni. Quando questi geni sono mutati, trasformano una cellula del seno normale in tumorale. Lo studio potrebbe essere utile per produrre nuovi farmaci. Non è escluso che si trovino altre mutazioni, ma dovrebbero essere rare.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.