Plus500 o Markets: quale dei 2 broker scegliere?

Plus500 o Markets

Plus500 o Markets

Quando si parla di broker specializzati in contratti per differenza sono 2 i nomi che vengono sempre fuori: Plus500 e Markets. Entrambe queste 2 piattaforme di trading offrono strumenti professionali e si sono ritagliate, nel corso del tempo, un posto nell’olimpo dei migliori broker europei per investire su forex e materie prime.

Nonostante la qualità, che per entrambi non è in discussione, dobbiamo sottolineare che questi 2 broker hanno delle caratteristiche differenti. Avendo più volte sottolineato che la scelta della piattaforma va fatta anche in funzione delle proprie caratteristiche di trader, è bene capire fino in fondo queste differenze per poter fare la scelta migliore.

Vediamo di analizzare, quindi, pregi e difetti di entrambi i broker così da poter ottimizzare i nostri investimenti.

Come funziona Plus500. Questo broker è considerato, da molti, uno dei più sicuri e affidabili del panorama europeo. Attualmente vanta oltre 1 milione di clienti in diversi paesi del vecchio continente tra cui, appunto, proprio l’Italia. Gli strumenti offerti da Plus500 sono molto validi, la piattaforma di trading è semplice ma molto efficace anche per un uso professionale. Ottimo il bonus di benvenuto scalare che aumento con l’aumentare del deposito iniziale che si effettua in fase di apertura conto. L’unico neo, se così si può dire, è l’assistenza clienti che non sempre offre un contributo adeguato al livello della piattaforma. Si tratta, comunque, di un aspetto marginale ma che vale la pena tenere in considerazione. A questo proposito ti consiglio di leggere le opinioni di eotrading su plus500.

Come funziona Markets. Markets ha, invece, delle caratteristiche opposte a plus500 potendo vantare un’assistenza clienti talmente valida da essere valsa, a questo broker, un premio per il miglior servizio clienti europeo in ambito trading. Per quanto riguarda le differenze con plus500 possiamo dire che markets, a fronte di questa miglioria, propone degli spread sugli asset leggermente meno convenienti. Parliamo di differenze minime ma su grandi capitali si possono sentire. A questo proposito ti consiglio di leggere le Faq sul sito di markets.

In linea di massima si tratta in entrambi i casi di 2 ottimi broker che permettono di fare trading su valute, materie prime, indici azionari e molto altro ancora, in maniera molto professionale. Entrambi mettono a disposizione un buon livello di leva finanziaria (varia a seconda degli asset ma, in linea di massima, è sempre più che sufficiente per aumentare il margine sui propri trade), così come un conto demo dove poter strutturare e testare le proprie strategie. In questa mini guida abbiamo cercato di offrirti una panoramica esaustiva di quello che offrono queste 2 piattaforme di trading, ora sta a te scegliere la migliore soluzione per i tuoi investimenti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.