Rassegna stampa dal mondo del 2 gennaio 2017

In primo piano l’anno di sangue della Turchia.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Discoteca di Istambul

Il gruppo Stato islamico rivendica l’attentato alla discoteca Reina di Istanbul. Intanto continuano per il secondo giorno le ricerche del responsabile dell’attacco. Sono emersi dettagli sulla nazionalità delle vittime, molte delle quali d’origine straniera: Arabia Saudita, Libano, Iraq, Tunisia, India, Marocco, Giordania, Kuwait, Canada, Israele, Belgio, Siria e Russia. I morti sono 39, i feriti 69.

Centinaia di civili in fuga da un’area di montagna intorno a Damasco. La zona è bombardata dalle forze governative, che hanno lanciato un’offensiva contro i gruppi ribelli esclusi dall’accordo di cessate il fuoco raggiunto il 30 dicembre. Tra questi, il fronte Fatah al Sham (ex Fronte al nusra), il ramo siriano di Al Qaeda, e il gruppo Stato islamico. Secondo l’esercito siriano, 1.300 persone sono scappate dalla valle di Barada, la regione da dove arriva l’acqua che approvvigiona la capitale Damasco.

Incendio a bordo di un traghetto in Indonesia, arrestato il capitano. È accusato di negligenza. Secondo i mezzi d’informazione locali è stato tra i primi a gettarsi in mare dopo che è scoppiato l’incendio che ha causato la morte di 23 passeggeri. Altri 17 sono dispersi. Il 1 gennaio il traghetto Zahro Express stava portando 230 persone da Jakarta, la capitale indonesiana, all’isola di Tidung, una popolare destinazione turistica, quando è esploso uno dei motori, provocando un incendio.

Centinaia di migranti hanno tentato di attraversare il confine spagnolo a Ceuta. Il 1 gennaio circa 1.100 migranti hanno scavalcato la recinzione sul confine tra la Spagna e il Marocco nell’enclave di Ceuta. Alcuni era rimasti aggrappati alla grata, alta sei metri, e sono stati recuperati con delle gru. Soltanto a due persone è stato permesso l’ingresso a Ceuta per ricevere cure in ospedale mentre tutte le altre sono state respinte. Cinque poliziotti spagnoli e cinquanta poliziotti marocchini sono stati feriti negli scontri con i migranti.

Arrestata in Danimarca la figlia della donna al centro dello scandalo di corruzione che ha scosso la Corea del Sud. Chung Yoo-ra, 20 anni, figlia di Choi Soon-sil, è stata arrestata in Danimarca perché aveva il visto scaduto e perché aveva ricevuto un trattamento di favore all’università. Sua madre Choi è accusata di aver usato la sua influenza sulla presidente per ottenere tangenti dalle principali aziende del paese. La presidente Park Geun-hye è stata messa in stato d’accusa il 9 dicembre.Terremoto di magnitudo 4,1 nella provincia di Perugia. La scossa è stata registrata alle 3,36. L’epicentro era a nord di Spoleto, a otto chilometri di profondità.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *