Lavoro e futuro, i Progetti e le aspettative dei Laureandi di Oggi

Il sogno di tutti i giovani che iniziano l’università è di sicuro quello di poter arrivare al traguardo più desiderato: la laurea. Quando la meta si avvicina, gli anni spesi sui libri tra esami da superare e lezioni di seguire, sembrano ormai un lontano ricordo, ed i ragazzi cominciano a fare progetti e pensieri per il futuro. Ma Quali sono in particolare? Vediamo i desideri e le perplessità che hanno gli studenti che si accingono al raggiungimento del loro obbiettivo.

La tesi di laurea

Per chi è in procinto di laurearsi, la realizzazione della tesi è l’ultimo passo da intraprendere prima di poter terminare il ciclo di studi universitari, e può rubare agli studenti anche parecchi mesi di lavoro. Essa è di fondamentale importanza, e di conseguenza bisogna redigerla nel miglior modo possibile.

Il primo passo per iniziare è quello di avere in mente un argomento specifico, che può essere scelto in base ad una particolare passione o in previsione di eventuali futuri sbocchi lavorativi.

Un altro importante fattore da prendere in considerazione è Il corpo del testo. Esso deve contenere le quattro parti fondamentali: ossia Introduzione, note a piè di pagina, conclusioni, bibliografia. Inoltre, non bisogna dimenticare di cercare fonti affidabili dove poter reperire le informazioni necessarie.

La ricerca di un lavoro

Oggi giorno questo famigerato “pezzo di carta”, non è più un sicuro lascia passare per il mondo del lavoro come un tempo. Uno dei desideri più grandi dei laureandi e dei neo laureati, è sicuramente quello di trovare un impiego nel minor tempo possibile.

Ma spesso non si riesce a trovare lavoro nel campo per il quale si è studiato tanto. Le aspettative lavorative fornite dai corsi di laurea più comuni non sono le più rosee. Il mondo del lavoro, infatti, è ormai saturo e non riesce ad assorbire tutti giovani che ogni anno escono dalle università. Nel nostro paese, ci scontriamo con una realtà nella quale, molti laureati si ritrovano a dover accettare un lavoro che non rientra affatto nella loro categoria di studi.

Un modo per agevolare la ricerca di un impiego e avere più opportunità di trovare un lavoro che si avvicini il più possibile a ciò per cui si è studiato, è quello di fare un po’ di esperienza pre laurea; visto che nel campo lavorativo di oggi quest’ultima è un tassello che non può mancare nel curriculum.

Gli impieghi part-time risultano una soluzione ideale in quanto permettono di fare esperienza, senza però togliere troppo tempo agli studi.

Il sogno di lavorare all’estero

Proprio per le grosse difficoltà che si riscontrano qui in Italia nel procurarsi un lavoro, molte menti brillanti vorrebbero lasciare il nostro paese, per avere la possibilità di trovare una sistemazione più che soddisfacente.

La fuga di cervelli è un fenomeno in continua espansione; sono infatti migliaia  ogni anno i nuovi laureati che decidono di lasciare l’Italia per lavorare presso società straniere.

Questo avviene in quanto le condizioni lavorative presenti all’estero, sono migliori rispetto a quelle italiane, e i giovani che emigrano si sentono più soddisfatti e più apprezzati; oltre che a percepire un maggiore salario rispetto all’Italia.

loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *