Oceani inquinati, parte la campagna dell’ONU [Video]


Scende campo perfino l’ONU contro la disgrazia dei mari inquinati da plastiche buttate dall’uomo con la campagna #CleanSeas per cercare di allarmare ma anche sensibilizzare il mondo verso questo problema che ormai è diventata una piaga che si riversa inevitabilmente anche sulla vita di tutti noi oltre a distruggere interi ecosistemi marini. Gli ecosistemi oceanici sono minacciati soprattutto dalle microplastiche utilizzate in ambito cosmetico e dall’eccessivo impiego di oggetti usa e getta, come buste o bottiglie.

Minaccia per ambiente e salute.

L’iniziativa ambientalista si rivolge a governi, industrie e consumatori, ricordando che l’inquinamento marino minaccia anche la salute dell’uomo, visto che le microplastiche che entrano nella catena alimentare finiscono pure nei nostri piatti. Le Nazioni Unite puntano a innescare una trasformazione sostenibile in ogni settore: dalle abitudini delle persone a standard e politiche per ridurre la spazzatura.

Impegno per mari più puliti.

Alla campagna hanno già aderito dieci Paesi: Belgio, Costa Rica, Francia, Grenada, Indonesia, Norvegia, Panama, Saint Lucia, Sierra Leone e Uruguay. Tra gli impegni presi, spicca quello dell’Indonesia di ridurre del 70% la spazzatura marina entro il 2025 e l’introduzione entro l’anno di una tassa sui sacchetti di plastica da parte dell’Uruguay.

loading...
Blogger a tempo pieno. Appassionato di televisione con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre, prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.