Rassegna stampa dal mondo dell’11 marzo: Renzi al Lingotto e le proteste della Polonia

In primo piano la candidatura di Renzi al PD e il parere contrario della Polonia all’Europa.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Beata Szydło e Jean-Claude Juncker

Matteo Renzi lancia la sua candidatura alla segreteria del Partito democratico. L’ex segretario del Pd Matteo Renzi in una conferenza al Lingotto di Torino ha lanciato la sua campagna per la segreteria del partito in vista del congresso. Renzi sarà sfidato dall’attuale ministro della giustizia Andrea Orlando e dal presidente della regione Puglia Michele Emiliano. Il Pd deve “rivendicare il futuro” come cifra della sinistra, e non rassegnarsi a che “la paura sia l’arma elettorale degli altri e il tema dominante”, ha detto Matteo Renzi, aprendo al Lingotto di Torino la sua campagna congressuale per la segreteria.

La Polonia è contraria all’Europa a due velocità. Lo ha dichiarato la prima ministra polacca Beata Szydło al termine del vertice dei capi di stato e di governo dell’Ue che si è svolta a Bruxelles. Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha assicurato che un eventuale Unione a più velocità “non creerà una nuova cortina di ferro”. Dopo la rielezione di Donald Tusk alla presidenza del Consiglio europeo, fortemente avversata dal governo Polacco, Cracovia è sempre più isolata all’interno dell’Unione.

Almeno 22 civili morti in un raid aereo della coalizione a guida saudita in Yemen. L’attacco aereo ha colpito un mercato vicino al villaggio di pesca di Khoukha, nella parte occidentale del paese. I missili hanno provocato un incendio in cui sono morte almeno ventidue persone. Ci sono decine di feriti, alcuni dei quali hanno riportato ustioni gravi. Khoukha e la vicina città di Hodeidah sono controllate dai ribelli houthi alleati dell’Iran, che nel 2014 hanno costretto all’esilio il governo filosaudita del presidente Abd Rabbu Mansour Hadi.

Un autobus è precipitato per 200 metri in Nepal, almeno 24 morti. Un autobus sovraffollato è finito fuoristrada cadendo lungo le pareti di una montagna nel distretto di Jajarkot, nel nord ovest del paese. Sedici persone sono morte nell’impatto e altre otto sono morte in ospedale. L’ospedale più vicino al luogo dell’incidente è in difficoltà nel gestire il numero dei feriti e continua la ricerca dei dispersi. Secondo la polizia l’incidente è stato provocato dal sovraffollamento: sul veicolo c’erano circa cinquanta persone.

Il presidente della Repubblica Ceca Miloš Zeman annuncia che si ricandiderà nel 2018. Zeman, che ha promosso un miglioramento dei rapporti con la Russia e ha sostenuto la candidatura di Donald Trump, ha comunicato la sua decisione di ricandidarsi alla cerimonia di anniversario della sua elezione nel castello di Praga. Il settantaduenne ha vinto le elezioni nel 2013 e rimane il politico più popolare del paese, in buona posizione per le elezioni del prossimo anno.

È morto Robert James Waller, autore del libro I ponti di Madison County. Aveva 77 anni e viveva in Texas, negli Stati Uniti. Waller ha pubblicato sette libri, ma I ponti di Madison County è stato un best seller, tradotto in 35 lingue, e ha venduto 12 milioni di copie. Nel 1995 dal libro è stato tratto un film interpretato da Clint Eastwood e Meryl Streep.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *