Rassegna stampa dal mondo del 13 marzo

In primo piano scontro Erdogan e Paesi Bassi.

La rassegna stampa delle notizie di oggi da tutto il mondo.

Rassegna stampa

Recep Tayyip Erdoğan

Tensione tra Paesi Bassi e Turchia dopo l’annullamento della visita del ministro degli esteri turco a Rotterdam. L’11 marzo il governo olandese ha revocato il permesso di atterrare per l’aereo del ministro degli esteri turco Mevlüt Çavuşoğlu, atteso per un comizio elettorale in vista del referendum costituzionale turco che estenderebbe i poteri del presidente Recep Tayyip Erdoğan. La revoca è arrivata dopo che la Turchia ha minacciato sanzioni contro i Paesi Bassi in risposta all’annullamento del comizio da parte del sindaco di Rotterdam “per motivi di sicurezza”. Erdoğan ha commentato la vicenda etichettando gli olandesi come “fascisti e nazisti”. La polizia ha disperso una protesta davanti al consolato turco a Rotterdam ed espulso dal paese la ministra turca della famiglia Fatma Betül Sayan Kaya. Ankara ha promesso contromisure severe.

Almeno 35 morti in una frana in una discarica di Addis Abeba, in Etiopia. Almeno trentacinque persone sono morte e altre ventotto sono rimaste ferite in una grossa frana nella discarica di Koshe, nella periferia della capitale etiope. La frana è avvenuta la sera dell’11 marzo e ha travolto una trentina di abitazioni di fortuna all’interno della discarica. Il portavoce del comune di Addis Abeba ha detto che il numero delle vittime potrebbe salire ancora.

Ad Haiti un autobus ha investito una folla provocando almeno 38 morti. L’incidente è avvenuto il 12 marzo a Goinaves, 150 chilometri a nord della capitale Port-au-Prince. Il veicolo ha prima investito un pedone e, nel tentativo di fuggire dalla scena, è finito contro un corteo di musicisti di strada uccidendo almeno 34 persone e ferendone decine. Altre quattro persone sono morte in ospedale. L’autista è stato fermato dalla polizia ed è poi riuscito a fuggire.Non è ancora chiaro cosa abbia causato l’incidente.

Un intruso è stato arrestato nel giardino della Casa Bianca a Washington, negli Stati Uniti. Intorno alle 23:38 (ora locale) dell’11 marzo i servizi segreti hanno arrestato un uomo che si sarebbe introdotto nella proprietà della Casa bianca. Si tratta di Jonathan Tran, un ventiseienne residente in California. L’uomo rischia fino a dieci anni di prigione per l’infrazione. Il presidente Trump si trovava all’interno dell’edificio al momento dell’arresto dell’uomo.

Un doppio attacco suicida provoca almeno 46 morti e 120 feriti a Damasco, in Siria. L’attacco dell’11 marzo ha colpito la Città vecchia di Damasco, dove transitavano autobus con a bordo pellegrini sciiti diretti al cimitero di Bab al Saghir vicino ad una delle sette porte della città. Il ministero degli esteri iracheno ha confermato che la maggior parte delle vittime era di nazionalità irachena. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, il bilancio delle vittime è salito a 74 morti. L’attacco è stato rivendicato dal gruppo jihadista siriano Hayat Tahrir al Sham, affiliato di Al Qaeda, che l’ha definito “un messaggio all’Iran” per il suo sostegno al presidente siriano Bashar al Assad.

La presidente deposta della Corea del Sud Park Geun-hye ha lasciato il palazzo presidenziale. Park ha lasciato la Casa Blu a due giorni dalla conferma del suo impeachment da parte della corte costituzionale sudcoreana, dopo lo scandalo che l’ha vista accusata di corruzione, estorsione, abuso di potere e rivelazione di segreti d’ufficio. L’ex presidente ha detto alla stampa di essere amareggiata di non aver potuto terminare il suo mandato e che “la verità verrà fuori col tempo”. Ieri ci sono state manifestazioni sia dei suoi sostenitori sia dei suoi oppositori, che ne chiedono l’arresto.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *