Biotestamento, la discussione oggi alla Camera per una legge ad hoc

Una discussione politica e non solo importante.

biotestamento

Parlamento

Ci sono voluti anni, troppi anni e tanti pazienti che sono morti o che hanno vissuto tra atroci sofferenze senza potersi appellare ad un testamento biologico, l’ultimo caso in ordine di tempo come tutti sappiamo è stato quelli di Dj Fabo che è ricorso all’Eutanasia in Svizzera con tutto il seguito di polemiche e scontri, spesso ideologici del caso.

Questa mattina dunque si discuterà alla Camera di biotestamento con un testo base che prevede la possibilità di predisporre un documento vincolante per il medico che includa la rinuncia a nutrizione e idratazione artificiale.

Cosa prevede il testo alla Camera.

Il testo che approda alla Camera è composto di cinque articoli, che delineano i diritti del paziente (quale quello ad esempio di essere informato sulle proprie condizioni di salute e su diagnosi, prognosi, benefici e rischi delle terapie). Il medico da parte sua è vincolato a quanto espresso nel testamento biologico dal paziente (seppur con alcune eccezioni).

La parte più discussa del testo è rappresentata dalle Disposizioni anticipate di trattamento (Dat), che prevedono la possibilità di decidere sulle proprie cure mediche future, ipotizzando il caso che ci si trovi nell’impossibilità di poter esprimersi. Nel ventaglio delle possibilità di scelta anche quella di rinunciare a nutrimento e idratazione.

Il testo non prevede eutanasia o suicidio assistito.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.